domenica , 5 luglio 2020
Home / Campionato / De Zerbi alla vigilia di Lecce-Sassuolo: “Il Lecce merita rispetto, andiamo li a giocare”

De Zerbi alla vigilia di Lecce-Sassuolo: “Il Lecce merita rispetto, andiamo li a giocare”

Mister Roberto De Zerbi alla vigilia di Lecce-Sassuolo presenta la gara nella sala stampa del Mapei Football Center, a raccogliere le dichiarazioni del mister c’erano i microfoni di CanaleSassuolo.it.

Sulle condizioni della squadra in vista di Lecce-Sassuolo: “Dobbiamo fare ancora i conti con diversi infortunati, Caputo ad esempio ha fatto il possibile per recuperare, ma non partirà con la squadra verso Lecce, Magnanelli sarà in panchina ma molto probabilmente non riuscirò ad utilizzarlo. Bourabia sarà impegnato con la Primavera (segui la diretta di Sassuolo-Pescara Primavera), è rientrato con il gruppo da poco e gli serve fare minutaggio in modo che possa esserci nella prossima sfida contro il Bologna”.

Sulla sfida contro il Lecce: “Il Lecce è una squadra coraggiosa che ha sempre fatto bene, anche in casa nonostante le sconfitte. E’ una squadra che sa giocare bene, con un’identità ben chiara che parte dalla Serie C, è un campo che conosco bene perché ci ho giocato diverse volte con il Foggia. E’ un campo caldo, fa piacere ritrovarli in Serie A. Noi dobbiamo affrontarli nel migliore dei modi, evitando di fare quello che abbiamo fatto nel secondo tempo contro la Fiorentina, dove siamo stati troppo rinunciatari e troppo passivi. Questa squadra nasce con un’idea ben chiara, non siamo ancora nella nostra migliore condizione, ma possiamo fare sicuramente molto meglio di quanto fatto a Firenze nel secondo tempo. Adesso aspettiamo che rientrino tutti i giocatori per ritrovare il nostro gioco, quello che ci ha sempre contraddistinto, anche se in maniera alternata, abbiamo sempre dimostrato di saper giocare. Il Lecce è una squadra che ha bloccato la Juve in casa, è una formazione che ha coraggio, anche loro hanno giocatori forti e sono ben organizzati, Come tutte le squadre di Serie A, meritano rispetto”.

Sulla gara contro la Fiorentina, cosa è cambiato tra primo e secondo tempo: “Dopo la vittoria contro il Verona, la squadra si è portata il peso della classifica. Ma poi non deve mancare la determinazione, se giochi come hai fatto nel secondo tempo, succede che Berardi e boga giocano a settanta metri dalla porta, Caputo idem, Djuricic esce dalla partita e così via. Ovvio che quando ti tocca devi difendere, però qquando hai la palla e hai la possibilità di determinare, devi farlo.Il risultato ti lega tanto, quando ci siamo trovati sotto di 1-2, rischi di lasciarti condizionare.”

Considerando le assenze, ci sarà un cambio di modulo?: “Non ho contato quanti infortunati abbiamo rispetto alla gara contro la Fiorentina si aggiunge Caputo e Magnanelli, sono assenze pesanti, ma abbiamo la forza di fare il risultato anche con la squadra che c’è. Questa è una squadra molto forte, ma è chiaro che non tutti i calciatori sono uguali per esperienza qualità, coraggio e conoscenza per quello che vogliamo fare. Dobbiamo trovare ancora la quadra mentale per poter affrontare con convinzione partita dopo partita, è questo l’aspetto che più pesa in questa squadra, non i gol subiti. Questa squadra non deve perdere l’identità nel fare la partita”.

Su Locatelli: “Locatelli domani giocherà titolare, è stato messo da parte perchè non lo vedevo brillante e fisicamente non mi dava le garanzie per giocare ai livelli che mi aspetto da lui. Volevo metterlo in campo già con la Sampdoria, ma era già in preventivo l’utilizzo di Locatelli in questa partita. E’ un giocatore che quando sta bene è un titolare di questa squadra, ma se non sta bene, abbiamo diversi giocatori che possono essere titolari”.

Leggi anche > Focus su Lecce-Sassuolo: tutto quello che devi sapere

Su Raspadori: “Quando hai Caputo e Defrel, e stanno entrambi bene, purtroppo per Raspadori diventa difficile trovare spazio, ma è un giocatore che a me piace moltissimo ed è importante per questa squadra. Ci sono altri giocatori che non stanno passando un buon momento fisico e bisogna farli riposare, vedi Traoré”.

Sulla difesa: “Se la squadra prende tanti gol, sul banco degli imputati non ci devono andare i giocatori, ma l’allenatore, io non misottraggo dalle responsabilità. Però i dati vanno anche analizzati, contro la fiorentina fino al gol del’1-1 altri rischi non ne abbiamo corsi, se non il tiro che ha portato al gol del 1-2, Non prendere gol è sopratutto una questione di attenzione, questa squadra fa fatica a difendersi per portare a casa l’1-0 e non voglio che lo faccia, poi se ci costringono a farlo, ci affidiamo a Consigli e difendiamo il risultato con le unghie e con i denti, ma non deve essere una nostra scelta fare quel tipo di gara”.

Su Magnanelli: ” Magnanelli ha un problema al quadricipite, deve riposare e non voglio rischiare di perderlo per un lungo periodo”.

 

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

sassuolo-lecce 4-2 numeri

I numeri Sassuolo-Lecce 4-2: salvezza virtuale nella prima vittoria contro i salentini

Tutti i numeri di Sassuolo-Lecce 4-2, le statistiche del match e uno sguardo approfondito sulla vittoria neroverde del Mapei Stadium