giovedì , 2 Febbraio 2023
gianpiero piovani
foto: sassuolocalcio.it

CS – Femminile, Piovani dopo Parma-Sassuolo 2-1: “Non sono sorpreso delle due sconfitte”

Il Sassuolo Femminile ha colto la seconda sconfitta in due partite di campionato: al Tardini, le neroverdi sono state battute per 2-1 dal Parma. Dopo essere passato in vantaggio con Giada Pondini, il Sassuolo si è fatto riprendere dalle due ex Michela Cambiaghi e Alice Benoit, quest’ultima a segno al 90′. A fine partita, il nostro inviato Martino Cozzi era presente in sala stampa ed ha partecipato alla conferenza di mister Gianpiero Piovani.

Un commento sulla partita: “Eravamo partite bene, ci siamo sfiduciate con il rigore e ricaricate quando lo hanno sbagliato. Abbiamo sbagliato molto nelle uscite dal basso, dove di solito siamo molto brave: oggi eravamo poco in fiducia. Lanciando palla lunga, non avendo giocatrici che tengono la squadra alta, dovevamo sfruttare di più gli spazi. Abbiamo provato a palleggiare ma lo abbiamo fatto con sufficienza, il Parma sotto questo aspetto ha avuto la marcia in più per vincere e gli vanno fatti i complimenti. Non sono sorpreso dai due risultati, anche se ci tenevo a fare qualche punto: adesso ci aspettano cinque partite di fuoco contro le prime cinque. La squadra è tutta nuova: e aggiungo che le quindici Nazionali tornate quattro giorni fa sono rientrate molto stanche. Dobbiamo andare avanti nel nostro percorso, bello o brutto che sia. Non sono come Schettino: non mollo questa barca, anzi cerco di portarla a riva e sono convinto che ci divertiremo. Ma dovremo affrontare con più cattiveria agonistica le squadre che sulla carta sono nettamente più forti di noi. Andare in vantaggio per due volte e venire rimontate dispiace”.

Sulla reazione: “Ho detto alle ragazze che voglio essere un allenatore equilibrato: mi arrabbio quando perdo, è normale, ma ho avuto tecnici che stappavano bottiglie quando vincevamo e non ti guardavano in faccia per una settimana quando perdevamo. Voglio essere sempre positivo e le ho chiesto di farmi notare se cambio: ho sempre giocato per vincere campionati o per salvarmi in Serie A. Voglio trasmetterle la garra che qualcuna non ha”.

Sul rientro di Tomaselli: “Sono felice per Martina, è sei anni che è con me. Ha perso due anni e mezzo per due gravi infortuni, adesso speriamo tiri dritto perché per noi è troppo importante. Stasera si è visto: ha giocato 70 minuti non in condizione, ma ha dato il suo contributo. Gli infortuni di Nocchi e di Jane in mezzo al campo pesano. Tesseramento di Rocio Bueno? Dovresti chiedere al Direttore, so che tornerà in Argentina a giorni e ritornerà in Italia con il visto. Speriamo di averla prima possibile, lei davanti ci può dare una grossa mano”.

Martina Tomaselli golden girl 2021
Martina Tomaselli (foto: sassuolocalcio.it)

Sul pianto di Clelland: “Non mi va di vedere le ragazze che piangono: le ho detto che la volevo vedere positiva, dato che è una delle più esperte. Se vedo piangere una ragazzina ci può anche stare, ma vedendo piangere una donna di 30 anni, che mi deve aiutare sotto questo punto di vista con il gruppo, mi sono arrabbiato con lei. Abbiamo fatto un bel giro di campo abbracciati ed è finita lì”.

Sui gol delle ex: “Ci hanno fatto gol due ex, vuol dire che abbiamo lavorato bene per il Parma. Sono arrivate due giocatrici fondamentali per loro come Benoit e Cambiaghi, senza tralasciare Santoro. Pirone era con noi due anni fa. Complimenti a loro. Quando ho visto partire la punizione di Alice, mi sembrava da subito gol: lei ha quei colpi. L’unica cosa è che la punizione non c’era, mentre il rigore sì. Io non ho visto fallo”.

Sulla partita col Milan: “Sicuramente voglio vedere miglioramenti caratteriali, ma anche a livello tecnico. Dobbiamo fare quel passettino che ci è mancato oggi e che abbiamo fatto nel primo tempo con la Sampdoria. Quando sbagli qualcosa, la squadra si spegne: lì devo capire dove lavorare ma durante la settimana le ragazze sono brave, si applicano e fanno il possibile per ottenere risultati. Fino a poco tempo fa avevamo un vestito molto bello: giocavamo bene, e anche oggi la prima mezz’ora abbiamo giocato bene, ma dobbiamo anche essere pronte a metterci la mimetica per andare in guerra. Le due centrali erano del 2000, sono subentrate una 2001 e una 2003, avevamo una 2006 come Sciabica che avrebbe giocato titolare se non fosse stata infortunata: non tutte le squadre possono contare su una rosa così giovane. Chiudo facendo i complimenti al Parma, che ha portato molte persone allo stadio: la crescita del settore femminile passa anche da questo”.

Segui CS anche su Instagram!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Appassionato di calcio e di sport in generale, ho deciso di condividere la passione per il Sassuolo e per la scrittura con Canale Sassuolo. In redazione curo la sezione del settore giovanile. Per contattarmi, scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it.

Potrebbe Interessarti

moraca lazio femminile

UFFICIALE – Sassuolo Femminile, Moraca in prestito alla Lazio

E’ durata soli sei mesi l’avventura di Giusy Moraca con la maglia del Sassuolo Femminile. Dopo una prima …