venerdì , 2 Dicembre 2022
Riccardo Ciervo Sassuolo
foto: sampdoria.it

Tutto quello che c’è da sapere su Riccardo Ciervo, il nuovo esterno del Sassuolo

Classe 2002 di scuola Roma, Riccardo Ciervo è uno dei più talentuosi attaccanti esterni di prospettiva nel campionato italiano. Arrivato in neroverde nel corso del calciomercato invernale 2022, andiamo a scoprire qualcosa in più su di lui.

Chi è Riccardo Ciervo, il nuovo acquisto del Sassuolo

Riccardo Ciervo è un attaccante laterale, un esterno vecchio stile che può contare su buoni mezzi tecnici e una fisicità imponente (è alto 1.90 m). Piè veloce destro naturale, predilige giocare a sinistra ed è molto abile nel saltare l’avversario e nell’arrivare al cross dopo lunghe sgroppate sulla fascia. Non disdegna neppure la possibilità di accentrarsi per tirare il tiro.

È un giocatore che cresce con l’aura del predestinato. Nato a Latina il 1° aprile 2002 da Armando (operaio) e Sabrina (che lavora in una scuola) è il secondogenito di casa (i fratelli si chiamano Edoardo e Leonardo). Comincia a giocare a calcio nella Polisportiva Borgo Carso, a 7 anni, dove arriva fino in Under 14. Qui a notarlo è Bruno Conti, che decide di portarlo a Trigoria.

È l’estate 2016 e un quattordicenne Ciervo lascia il capoluogo pontino per la Capitale, dove comincia a scalare le gerarchie a suon di prestazioni convincenti. In Under 17 comincia a far parlare di sé quando la Roma raggiunge la finale Scudetto proprio grazie a una rete di Riccardo, che fa gol in semifinale contro il Napoli. Il titolo poi sfuma e va all’Inter, ma per Ciervo comincia un momento di escalation nazionale.

Notato da tutti gli scout d’Italia come uno dei profili più interessanti del nostro panorama calcistico, la società giallorossa decide di blindarlo. Nonostante nell’estate 2020 la Sampdoria di Ranieri vada a bussare per lui alle porte di Trigoria, Tiago Pinto e Morgan De Sanctis optano per una sua permanenza alla Roma dove, in Primavera, totalizza 29 presenze condite da 5 assist e 3 gol. Numeri importanti, conditi dal prolungamento del suo contratto coi giallorossi fino al 2024.

Paulo Fonseca lo nota e comincia a portarlo in prima squadra. Nella stagione 2020/21 è presenza quasi fissa nell’elenco dei convocati nelle sfide di Europa League, guadagnandosi la prima chiamata il 26 novembre 2020 in Cluj-Roma 0-2. Per sedersi su una panchina di Serie A deve invece aspettare il 6 febbraio successivo, quando Fonseca lo convoca per la sfida contro la Juve di CR7. Con la prima squadra giallorossa non riuscirà ad esordire, però, nonostante rappresenti un punto di riferimento per i compagni delle giovanili e sia apprezzato da tanti addetti ai lavori.

riccardo ciervo sassuolo
foto: sampdoria.it

Nel frattempo, però, arriva l’estate 2021 e stavolta la Roma accetta le richieste che arrivano da Genova, girandolo in prestito proprio ai blucerchiati per farlo giocare la prima volta tra i grandi. Ciervo esordisce in Serie A durante questa stagione, in Sampdoria-Napoli 0-4 del 23 settembre 2021, subentrando a Ciccio Caputo al minuto numero 39 del secondo tempo. Ma è in Coppa Italia che è decisivo: alla prima maglia da titolare, è suo l’assist per il gol decisivo di Verre che consente alla Samp di superare il Torino e passare agli ottavi. In campionato, invece, disputa 10 gare senza mai far gol, ma realizzando anche qui un assist per Manolo Gabbiadini in Sampdoria-Lazio 1-3 del 5 dicembre 2021.

Ora per lui c’è il Sassuolo, dove arriva in punta di piedi e senza grandi clamori ma con la voglia di giocare e provare a dire la sua. Arriva in una squadra con tanta concorrenza in attacco. Boga è già andato via ma al suo posto c’è Ceide, punta fissa è Scamacca (con cui condivide il percorso nelle giovanili giallorosse e la permanenza a Genova, sebbene sull’altra sponda della città), affiancato dai campioni d’Europa Berardi e Raspadori. La concorrenza è folta, specie se si contano anche Defrel, Djuricic e Traorè.

Riccardo Ciervo Sassuolo
Foto: sassuolocalcio.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Prestiti Sassuolo

VIDEO – Andrea Ghion incanta a Catanzaro: il primo gol con le Aquile è un gioiello

Quest’estate, Andrea Ghion ha compiuto una scelta importante rinunciando alla Serie B con il Perugia …