mercoledì , 25 novembre 2020
Home / Notizie Neroverdi / Van Basten, posa il fiasco

Van Basten, posa il fiasco

Il titolo del nostro articolo potrebbe sembrare irrispettoso nei riguardi del fuoriclasse olandese. “Van Basten posa il fiasco” non è farina del nostro sacco, ma è uno dei tanti commenti che abbiamo trovato sul web alle proposte del fuoriclasse per innovare il calcio.

Marco Van Basten per meriti sportivi si è guadagnato il ruolo di Delegato all’innovazione tecnologica, consegnato dalla Fifa attraverso Gianni Infantino. Alcune delle proposte sono sembrate davvero discutibili e hanno scatenato sui social le reazioni dei tifosi.

Più che innovare, le proposte di Van Basten, sembrano vogliano rivoluzionare il calcio. Tra quelle che hanno fatto più discutere c’è sicuramente l’abolizione del fuorigioco, secondo Marco le gare sarebbero più divertenti, con un maggior numero di reti. Questa proposta ha raccolto davvero pochissimi consensi, il calcio perderebbe ogni tatticismo, il tifoso è conservatore. E poi vaglielo a spiegare tu alle fidanzate che stanno ancora cercando di capire le logiche del fuorigioco…

marco van basten

Un’altra proposta, riguarda il tempo effettivo: eliminare le perdite di tempo negli ultimi dieci minuti di gioco, conteggiando con il cronometro solo il tempo di gioco effettivo.
Espulsioni a tempo, è un’altra proposta di Van Basten: abolire i cartellini gialli e d’introdurre l’espulsione a tempo, per 5 o 10 minuti. A questa proposta fa da specchio quella del limite dei falli: un difensore può commettere al massimo 5 falli, poi deve lasciare il campo.

Oltre a quella del fuorigioco, ha fatto molto discutere è l’idea di abolire i calci di rigore e sostituirli con gli shootout. Queste le dichiarazioni del campione: “Nelle gare a eliminazione diretta e nelle fasi a gruppi dei grandi tornei. Si parte a 25 metri dalla porta: in 8″ deve finire l’azione. Gli shootout sono spettacolari per gli spettatori e sono anche interessanti per i giocatori. I rigori tradizionali finiscono dopo un secondo, mentre negli shootout ci sono più possibilità. Si può dribblare, tirare o aspettare il movimento del portiere“.

Cosa sono gli shootout?
Nel calcio, furono sperimentati negli anni settanta nella NASL come variante dei tiri di rigore (idea poi ripresa dalla MLS negli anni novanta): anziché calciare dal dischetto posto a undici metri dalla porta, il calciatore partiva da circa 30 metri dalla porta e disponeva di 5″ per calciare. L’idea premiava l’abilità del giocatore, sia nell’uno contro uno sia nella conclusione: la MLS abrogò l’esperimento nel 2000.

Guarda il video di una partita di MLS nel 1996 quando gli shootout erano in sperimentazione.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

de zerbi parma sassuolo

De Zerbi smentisce le voci sul Lione: “Non so nulla, chiedetelo a chi l’ha scritto”

L’ottimo inizio di campionato di Roberto De Zerbi non è passato inosservato e, come di …