giovedì , 22 ottobre 2020
Home / Settore Giovanile Sassuolo / Primavera Sassuolo / Sassuolo Primavera, Turrini: “Chiuso un ciclo, ora aspetto una chiamata”
Francesco Turrini
foto: Alberto Benaglia

Sassuolo Primavera, Turrini: “Chiuso un ciclo, ora aspetto una chiamata”

Una lunga militanza nel settore giovanile, tra Under 15, Under 17 e Primavera: dalla prossima stagione, però, le strade di Francesco Turrini e del Sassuolo si separano. La notizia dell’ingaggio di Emiliano Bigica come allenatore della Primavera ha colto di sorpresa un po’ tutti, forse anche lo stesso Turrini, che ha espresso il proprio stato d’animo ai microfoni de La Giovane Italia:

“Sono cose che succedono nel calcio, la società voleva cambiare ed è giusto così, ha voluto chiudere un ciclo. Spero soltanto di trovare una sistemazione, sono sul mercato e attendo una chiamata. Esperienza a Sassuolo? Mi sono trovato assolutamente bene, c’è un ambiente eccezionale a partire dall’amministratore delegato Carnevali e da Palmieri. E’ stato bello far parte di questo progetto, qui c’è molta attenzione anche al lato umano delle persone: la dirigenza vuole avere un rapporto importante con i propri allenatori e penso che questo sia importante. Sapendo di avere queste attenzioni, in società danno tutti il 110%. In più, la possibilità di lavorare in un centro sportivo di altissimo livello non può che rafforzare il nostro lavoro”.

Francesco Turrini
foto: sassuolocalcio.it

Leggi anche > SASSUOLO PRIMAVERA: LA ROSA DI MISTER BIGICA

Aurelio, Manzari, Mercati, Oddei, Pellegrini, Piccinini: sono soltanto alcuni dei ragazzi che, in questa stagione, hanno ricevuto la benedizione di De Zerbi, tutti già professionisti e con almeno una convocazione in prima squadra alle spalle: “De Zerbi ha valorizzato i miei ragazzi, il segnale più forte è proprio l’esordio di molti giovani in prima squadra. Penso che la formazione Primavera serva proprio a questo. Campionato Primavera? La riforma ha sicuramente alzato la competitività del torneo. L’altro lato della medaglia, però, è che molti ragazzi non sono prontissimi ad affrontare la pressione di un campionato di questo tipo; non bastano le qualità tecniche, è importante anche il piano mentale. L’importante è dare a tutti il tempo di esprimere le proprie qualità, non sempre tutti si esprimono allo stesso modo. Se la Primavera era bella prima, ora lo è ancora di più: sono contento di quanto fatto quest’anno. Futuro? Non mi precludo nulla: mi piacerebbe continuare in Primavera, ma se arrivassero chiamate per allenare in prima squadra o con ragazzi più giovani le valuterei”.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

Emiliano Bigica

Primavera, Bigica dopo Sassuolo-Lazio 2-2: “Premiata la voglia di non mollare”

Il Sassuolo resta imbattuto nel Campionato Primavera 1: questa mattina, i neroverdi hanno rimontato per …