venerdì , 2 Dicembre 2022
foto: inter.it

Non è più domenica – Cambia il duello a due? Da Napoli e Milan a Inter e Atalanta?

articolo di Giovanni Pio Marenna

Da lotta a 4 a lotta a 2 a lotta ad altre 2? Il corri e rincorri in testa prosegue incessante e senza sosta come quei duelli a più persone in cui davvero non sai mai, fino alla fine, cosa aspettarti e chi rimarrà in piedi. Proviamo a fare due tipi di ragionamenti, uno che è delineato dalla classifica “qui e ora”, l’altro dettato da uno sguardo che vede tra cannocchiale e lente d’ingrandimento, tra il lungo termine e l’approfondimento.

Ragionamento dettato da risultati e classifica: l’Inter batte agevolmente il Cagliari calando il poker e scavalca Milan (che agguanta alla fine un pareggio ad Udine) e Napoli (che perde rocambolescamente in casa contro un buon Empoli). Detta così, sembrerebbe un ribaltamento delle parti come ce ne potrebbero essere da qui in avanti, dovuto più alla consistenza reale delle avversarie delle prime (impalpabile, e quindi molto da facile materasso, per l’Inter; da scoglio duro, molto osso duro, per Milan e Napoli).

E in tutto questo l’Atalanta di Gasperini è andata ad espugnare Verona, laddove nessuno, fin qui, c’era riuscito. Secondo ragionamento. Il calo fisico e mentale di Milan e Napoli sembra quasi fisiologico, contando anche gli incerottamenti vari nelle 2 squadre, che sulla lunga distanza hanno influito pesantemente (e senza che ci fosse la Coppa d’Africa, per voler fare una battuta soprattutto rispetto a chi anticipava l’eventualità di un calo dovuto alle assenze dei giocatori impegnati in questa competizione continentale).

Per non parlare di qualche evidente colpo rocambolesco che ha dettato fortune e sfortune, inconvenienti sempre dietro l’angolo pronti ad arrivare quando meno te lo aspetti. L’esercito dell’Inter avanza e convince. Le truppe bergamasche anche, procedono fiere a spron battuto e si permettono anche di non schierare a Verona per un tempo assi del calibro di Zapata, Ilicic, Hateboer e Pessina. Detta così, il cambio tra le pretendenti sembrerebbe essere vicino. Numeri alla mano, però, non è cambiato poi molto.

Abbiamo sempre 4 squadre in 4 punti. Con la differenza, non da poco ma neanche così eclatante, che è cambiata la capolista e che l’Atalanta, adesso più di prima, fa davvero paura. Sesta vittoria di fila in campionato per gli uomini di Gasperini, sesta vittoria consecutiva in trasferta, dove ha preso quasi tutta la posta in palio (25 punti su 27). Vediamo in quanti espugneranno Verona e in quel modo, ribaltando la gara dopo lo svantaggio iniziale. Non sottovalutiamo la Dea.

Unisciti al canale Telegram di CS!

foto: inter.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Prestiti Sassuolo

VIDEO – Andrea Ghion incanta a Catanzaro: il primo gol con le Aquile è un gioiello

Quest’estate, Andrea Ghion ha compiuto una scelta importante rinunciando alla Serie B con il Perugia …