mercoledì , 25 maggio 2022
Home / Campionato / Dionisi presenta Sassuolo-Atalanta: “L’approccio alla gara sarà fondamentale, Berardi ha recuperato”
dionisi presenta bologna sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Dionisi presenta Sassuolo-Atalanta: “L’approccio alla gara sarà fondamentale, Berardi ha recuperato”

Alessio Dionisi ha parlato in conferenza stampa a due giorni da Sassuolo-Atalanta (gara che seguiremo in diretta dal Mapei Stadium di Reggio Emilia). L’allenatore neroverde ha analizzato la gara con i bergamaschi e risposto ad una domanda sulle condizioni di Berardi. Queste le sue parole ai microfoni di Sassuolo Channel. 

Leggi anche > Carnevali alla Gazzetta: “La Juve voleva Raspadori in estate, Traorè piace anche in Premier”

La gara con l’Atalanta: “Affrontiamo una squadra forte, che se secondo me è in salute nonostante il risultato immeritato contro il Napoli. Sia ieri in Europa League che domenica, l’Atalanta ha fatto una partita vera. Mi sento di dire che è al 100% quello che dimostrato nel percorso fino a qua. Sarà una partita molto difficile. Se l’Europa League le ha tolto qualcosa, potremo sopperire e fare qualcosa con le nostre qualità. Per ovvie regioni, loro sono superiori a noi sulla carta e la classifica dice questo. Secondo me ha inciso nella partita dell’andata, ma ora siamo diversi e siamo cresciuti. Ci sta che con l’Atalanta si possa fare una prestazione negativa, è una partita difficile. Dobbiamo affrontarla con spensieratezza e consapevolezza perché ci arriviamo consapevoli dei nostri mezzi. Parlo di consapevolezza dopo una partita persa: con la Lazio abbiamo perso per demerito nostro. Siamo arrivati ad un punto che se affrontiamo squadre migliori di noi e non otteniamo un risultato positivo è perché non abbiamo dato il meglio di noi. Questo significa che abbiamo raggiunto un livello diverso rispetto a prima: ora la difficoltà è mantenerlo e sarà non approcciare l’Atalanta come abbiamo fatto all’andata. Dobbiamo far sì che l’Atalanta faccia fatica contro di noi, fermo restando che non sarà facile ottenere un risultato positivo”.

L’atteggiamento: “Dovremo essere bravi a riassettarci sulla partita di domenica: se saremo gli stessi che hanno affrontato la Lazio, per noi finirà male. L’Atalanta le occasioni che abbiamo concesso alla Lazio le sfrutta per la qualità dei giocatori che ha. A prescindere dalla classifica e dalle avversarie, le motivazioni le dobbiamo trovare dentro di noi. Abbiamo dimostrato di non approcciare allo stesso modo con tutte le squadre del campionato e già questo un po’ l’abbiamo superato: dovremo dimostrare di superare l’obiettivo classifica. Il nostro obiettivo è superare i punti dell’andata: ne abbiamo fatti 24, ora siamo a quota 19“.

La fine del filotto di risultati utili consecutivi: “Sapevamo che non avremmo potuto continuare ad avere la striscia positiva fino a fine campionato. Prima o poi qualche risultato negativo l’avremmo riaffrontato. Non abbiamo mai parlato di Europa, il mio problema è chi ci ha superati il Verona: per poco tempo eravamo stati davanti a loro, mentre adesso grazie alle loro vittorie ci hanno scavalcato. Noi dovremo cercare di fare lo stesso questa settimana sapendo che è difficile: ogni posizione bisogna meritarsela e andare a rubare qualcosina a quella davanti per prendere la posizione migliore”.

Su Berardi: “Ieri si è allenato con la squadra. Sta abbastanza bene, oggi e domani valuteremo. Credo che sarà a disposizione, vediamo per quanto tempo e se dall’inizio.

Il mercato in uscita: “Sinceramente non ci penso. E’ giusto che la società faccia i suoi passi e sa cosa deve fare. Per me non è un problema, dobbiamo dimostrare di essere più maturi dell’età media che abbiamo perché fa parte del gioco. Non si può comandare l’esterno: se parlano ben venga, deve essere stimolo affinché continuino a parlare di noi. Non deve destabilizzarci una parola negativa, deve stimolarci una parola positiva”.

La coppia di difensori centrali: Ancora non ho deciso. Potrebbe darsi che giochi Ruan. Il dubbio ce l’ho ogni giorno, ogni settimana. Ce l’avevo fino al sabato mattina su chi far giocare con la Lazio e ce l’avrò fino a domenica mattina su chi far giocare contro l’Atalanta. Hanno tutti caratteristiche diverse, tutti stanno dando molto. Ruan sta crescendo, Ferrari è il giocatore che ha giocato di più, Chiriches per l’esperienza e lo spessore che ha non devo descriverlo io, mentre Ayhan se non fosse stato sfortunato in alcuni momenti avrebbe trovato più spazio. C’è anche Peluso che ha pagato un po’ la qualità degli altri difensori”.

Maxime Lopez e Matheus Henrique: “Sicuramente giocheranno loro due e può essere l’occasione per dimostrare che si può giocare con un centrocampo poco fisico. Entrambi hanno qualità tecniche ma non tanta fisicità, quasi l’esatto opposto dell’Atalanta. Dovremo essere bravi a sopperire alle nostre mancanze di squadra e a sfruttare le nostre qualità individuali nella squadra. Sono occasioni: come è un’occasione giocare senza Berardi, ma non l’abbiamo sfruttata alla grande, è un’occasione giocare senza Frattesi”.

Segui CS anche su Instagram! 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

Cagliari Sassuolo Berardi

Pagellone dei tifosi 2021/2022: MVP della stagione è Domenico Berardi

Una delle novità editoriali che abbiamo lanciato ad inizio stagione è quella delle Pagelle dei …