giovedì , 1 Dicembre 2022
dionisi presenta bologna sassuolo

Dionisi presenta Bologna-Sassuolo: “Dobbiamo affrontare al meglio l’ultima partita prima della sosta, il Bologna sta facendo bene”

Ultima gara prima della sosta per il Sassuolo. Domani, alle 20.45, i neroverdi saranno ospiti del Bologna in un derby che promette spettacolo. Alla vigilia della gara, Alessio Dionisi ha parlato così ai microfoni di Sassuolo Channel.

Leggi anche > Focus on Bologna-Sassuolo: precedenti, curiosità, statistiche, quote scommesse e gli highlights dell’ultima volta 

L’ultima gara prima della sosta: “Appena finita la partita con al Roma ho chiesto di pensare al Bologna, in questo momento è l’unica cosa che conta. Ci sarà tempo per pensare al futuro, ma il nostro futuro si chiama Bologna. Dobbiamo essere bravi e mentalizzati il più possibile per l’ultima partita prima della sosta. Ogni partita è importante e può spostare un pochino. L’esito di una partita non può cambiare il mio giudizio e la mia opinione, ma l’atteggiamento potrebbe cambiare la mia opinione. Da questo punto di vista, ancora ho in mente la partita di Empoli, che non mi è andata giù. Non dobbiamo ripetere quegli stessi errori”. 

Sul Bologna: “E’ una squadra che rispetto. Ha degli interpreti bravi e del nostro livello. Gioca un derby sentito in casa e con il pubblico a proprio favore. E’ una squadra in salute: si può dire tutto dopo la sconfitta con l’Inter, ma sta facendo bene. Dobbiamo rispettarlo, ma al tempo stesso dobbiamo essere convinti delle nostre qualità ed essere motivati per far partita contro di loro”.

Le scelte di formazione: “Ci potrebbe essere qualche cambiamento. Le partite sono ravvicinate e c’è un grande dispendio energetico, fisico e mentale. Bisogna capire chi è pronto per giocare questa partita. L’allenamento di oggi è importante soprattutto sotto questo punto di vista”. 

Lo stato della squadra: “Siamo migliorati, ma non siamo cresciuti. Abbiamo ricommesso errori che l’anno scorso combattevamo e nella partita con l’Empoli siamo ricaduti sullo stesso errore mentale di superficialità. Tecnicamente e tatticamente abbiamo interpretato bene la partita, ma non puoi essere superficiale e dar per scontato nulla: le cose te le devi andare a prendere, altrimenti non arrivano. L’equilibrio è sottile in ogni partita, sia una partita tra squadre con una classifica diversa (vedi ieri Verona-Juve) o di squadre che hanno una classifica simile (vedi noi con l’Empoli). Le partite sono sempre in equilibrio, poi ci sono gli episodi, le situazioni e le motivazioni che spostano questo equilibrio. Delle volte, noi siamo stati bravi a spostare questo equilibrio verso di noi, solo che quando è così ci fai poco caso. Invece, bisognerebbe rendersi conto che non esiste fortuna e sfortuna. Si parla di sfortuna quando non girano le cose, poche volte si parla di fortuna quando le cose girano. Sono motivazioni e voglia”.

La gara di domani: “Sinceramente, avrei preferito che nella partita precedente il Bologna avesse ottenuto un risultato diverso. Tra gli interpreti bravi che hanno c’è Arnautovic, che è un giocatore forte e di un livello superiore al campionato che noi e il Bologna stiamo facendo. Rispetto il Bologna e Arnautovic, però penso al Sassuolo. Abbiamo le qualità per far partita contro di loro e per vendicare la partita giocata in casa prima della sosta nella passata stagione”.

Segui CS anche su Instagram!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

focus junior traorè

Sassuolo, il punto alla sosta: quando vedremo il miglior Traorè?

E’ dedicato a Hamed Junior Traorè, il terzo degli approfondimenti sui giocatori del Sassuolo alla …