giovedì , 26 novembre 2020
Home / Calciomercato Sassuolo - Tutte le notizie di calciomercato / Calciomercato concluso: un bilancio delle operazioni neroverdi
fonte: calciomercatoweb.it

Calciomercato concluso: un bilancio delle operazioni neroverdi

Si è conclusa la sessione estiva di calciomercato. Due mesi che sono sembrati infiniti, specialmente a chi, come chi vi scrive, ama molto di più il calcio giocato che le chiacchiere e le trattative estenuanti, vere o presunte che siano.

Come leggere, nella loro complessità e a caldo, le operazioni poste in essere dal Sassuolo? Abbiamo provato a fare un po’ d’ordine e vi proponiamo la nostra visione.

GIOIELLI IN CASSAFORTE –  Domenico Berardi, Francesco Acerbi e Simone Missiroli sono ancora giocatori del Sassuolo. Giova ripetere, specialmente a coloro che persistono nell’essere convinti del contrario, che soprattutto Domenico Berardi, nato a Cariati il 1° agosto 1994, è un giocatore di proprietà del Sassuolo al 100%. Cosa che è stata messa nero su bianco fin dal 1° luglio del 2015 con la risoluzione della compartecipazione in essere con la Juventus interamente a favore della società neroverde, ma siamo consapevoli che determinati concetti, anche quando suffragati da documenti e dati ufficiali, fatichino a passare. Ciò premesso, entriamo nel vivo.

CESSIONI PESANTI E RIMPIAZZI DA VERIFICARERisulta doveroso partire da chi ha lasciato l’Emilia per avere un quadro completo e consequenziale delle nostre valutazioni. Prendiamo di petto l’argomento: Vrsaljko e Sansone sono state due partenze pesanti, per molti versi difficili da digerire (specialmente quella del “folletto”). Entrambi i giocatori facevano parte del teorico undici titolare di Di Francesco e rimpiazzarli non è apparso facile fin dal primo momento. Per quanto riguarda Vrsaljko, ci si è imbattuti in un Gazzola per certi versi sorprendente, capace di convincere fin dai primi impegni di Europa League, e gli si è affiancato Lirola, a detta degli esperti di settore giovanile uno dei prospetti più interessanti nel ruolo. La trattativa Zappacosta, giocatore di assoluto interesse e rispondente ai criteri di gioventù e italianità tanto cari in Piazza Risorgimento, non è giunta ad una conclusione positiva e la pattuglia dei terzini si compone dunque di due elementi d’esperienza (il citato Gazzola e Peluso) e due prospetti ancora da valorizzare del tutto (Lirola e Dell’Orco).

La questione del “nuovo Sansone” è apparsa invece per certi versi controversa, con un Politano in grande spolvero che è stato, nei fatti, promosso al ruolo di titolare, ancorché il classe ’93 di scuola Roma sia da considerare più un vice Berardi in ragione del suo piede mancino. D’altro canto, però, sono stati ingaggiati Antonino Ragusa, profilo che evidentemente interessava (e non poco) alla dirigenza neroverde, e Federico Ricci, due prospetti di grande interesse che potranno risultare molto utili alla causa neroverde, anche in ragione dei numerosi impegni che si prospettano. Nulla di fatto per il “Papu” Gomez, che non ha bisogno di presentazioni, e per Vittorio Parigini, che fin dall’11 agosto scorso ha lasciato il Torino per firmare per un prestito con il Chievo.

foto: sassuolocalcio.it
Antonino Ragusa in azione (foto: sassuolocalcio.it)

HABEMUS CENTRAVANTI – Dopo la partenza di Simone Zaza, la piazza neroverde è stata attraversata dal tormentone sulla ricerca di una punta di peso. L’arrivo di Alessandro Matri, giocatore di grande esperienza e dotato di un significativo spirito di sacrificio, è stato sicuramente l’operazione “forte” di questa sessione. Operazione, peraltro, realizzata a condizioni decisamente favorevoli, dal punto di vista puramente economico, per il Sassuolo. Due, invece, le punte che hanno lasciato, almeno per ora, il distretto ceramico: sia Falcinelli sia Trotta sono partiti alla volta di Crotone, alla ricerca di un minutaggio più significativo che consenta loro di consolidare la loro capacità di incidere in Serie A. Nell’ultimo giorno di calciomercato è arrivato inoltre Pietro Iemmello, che dopo stagioni con grandi numeri con la maglia del Foggia vuole farsi valere anche nel massimo campionato.

Alessandro Matri durante Stella Rossa-Sassuolo (foto: repubblica.it)
Alessandro Matri durante Stella Rossa-Sassuolo (foto: repubblica.it)

 

RINFORZI E PARTENZEOltre alle operazioni citate, certamente le più significative, sono arrivati in neroverde i centrocampisti Sensi e Mazzitelli, già opzionati nel gennaio scorso. Soprattutto il primo dei nuovi innesti, sulla carta un vice-Magnanelli, ha fatto già vedere cose egregie e si candida a mettere in seria difficoltà mister Di Francesco, che lo sta sperimentando da mezz’ala con buoni risultati. Ancora in sperimentazione la capacità di adattamento al campionato italiano dell’olandese Timo Letschert: il possente difensore centrale ha giocato qualche sprazzo di partita e si candida ad affiancare Antei come alternativa alla quasi inamovibile coppia Acerbi-Cannavaro. Infine, fronte della partenza di Ariaudo e Laribi a titolo definitivo, senza dimenticare Longhi svincolato già da fine giugno, sono finiti in prestito al Brescia Fontanesi e Sbrissa, che sperano di trovare nuovamente spazio in un futuro non troppo lontano. Altro colpo in prospettiva quello di Gian Marco Ferrari, difensore che rimarrà un’altra stagione a Crotone per aggregarsi ai neroverdi nel prossimo campionato.

BILANCIO – Quindi, come giudicare il calciomercato del Sassuolo? Ci sentiamo di dare una piena sufficienza alle operazioni messe in campo dalla dirigenza, che ha cercato di bilanciare le cessioni, di indubbio peso, con alcuni acquisti di sicuro avvenire. Scommettere sui giovani, meglio se italiani, è il marchio di fabbrica che contraddistingue i neroverdi, nel quale tutti i tifosi credono. Forse l’ingaggio di un ulteriore elemento sugli esterni di difesa (Zappacosta, come accennato, era il primo candidato) avrebbe reso ancor più convincente la sessione.

L’importante, quale che sia la rosa, è che ora si parli di campo. Palla al centro e forza Sassuolo!

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Stefano Turati

Sassuolo, Stefano Turati ha rinnovato fino al 2025: il comunicato

Stefano Turati ha rinnovato con il Sassuolo fino al 2025: è la stessa società neroverde …