sabato , 31 ottobre 2020
Home / Campionato / ASSURDO: Il Sassuolo perde 3-0 a tavolino la gara contro il Pescara
Sassuolo (foto: sassuolocalcio.it)

ASSURDO: Il Sassuolo perde 3-0 a tavolino la gara contro il Pescara

Per una presunta mancata comunicazione del nome di Antonino Ragusa nell’elenco dei convocati inviata alla Lega Calcio per la gara contro il Pescara, il Sassuolo è stato penalizzato perdendo a tavolino per 3-0 la gara giocata domenica contro il Pescara e vinta sul campo per 2-1.

Una decisione che ha dell’incredibile: la società neroverde avrebbe inserito in distinta il calciatore appena acquistato dal Cesena, che avrebbe poi giocato gli ultimi 20 minuti della gara, ma il suo nome non era stato comunicato in tempo. Il Sassuolo sta già presentando ricorso.

Questo il comunicato emesso dal giudice sportivo:

“Il Giudice sportivo, letti gli atti relativi alla gara Sassuolo-Pescara; rilevato che il Sassuolo ha utilizzato in campo (dal 65′ al termine della gara) il calciatore Ragusa Antonino, tesserato in data 26 agosto 2016, il cui nominativo era stato inserito nella distinta di gara; considerato che l’inserimento di tale nominativo nell’”elenco di 25 calciatori” non era stato trasmesso alla Lega a mezzo PEC entro le 12 del giorno precedente la gara, come tassativamente previsto dalla vigente normativa federale (CU 83/A del 20 novembre 2014), e che tale omissione comporta la sanzione della perdita della gara (ibidem n.9) ai sensi dell’art. 17, comma 5, lett. a) CGS, P.Q.M.; delibera di sanzionare il Sassuolo con la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3″

foto: sassuolocalcio.it
foto: sassuolocalcio.it

Contattato dalla Gazzetta, il legale del Sassuolo, Avv. Mattia Grassani, ha dichiarato: “La normativa è complessa ed è stata modificata anche di recente. La società ha immediatamente attivato ogni verifica tecnica per chiarire l’accaduto, auspicando di dimostrare in appello la correttezza del proprio operato“.

Il regolamento prevede che per inserire il nuovo acquisto la società neroverde avrebbe dovuto sostituirlo con uno già precedentemente inserito e inviare alla Lega Calcio una PEC (posta elettronica certificata) con la notifica della sostituzione.

La Lega ha dichiarato di non avere ricevuto la notifica di sostituzione, mentre il Sassuolo è certo di averla inviata. A questo punto, se il Sassuolo ha inviato la notifica tramite posta certificata, non dovrebbero esserci problemi, in quanto la posta PEC permette di garantire orario, provenienza e inalterabilità del contenuto.

Se invece il Sassuolo, si fosse limitato ad inviare una semplice mail… sarebbe un errore davvero grossolano, pagato a caro prezzo.

Ecco come funziona le PEC:

Quando il mittente possessore di una casella PEC invia un messaggio ad un altro utente certificato, il messaggio viene raccolto dal gestore del dominio certificato (punto di accesso) che lo racchiude in una Busta di Trasporto e vi applica una firma elettronica in modo da garantirne provenienza e inalterabilità. Successivamente il messaggio viene indirizzato al gestore PEC destinatario che, verificata la firma, provvede alla consegna al ricevente (punto di consegna). A questo punto il gestore PEC destinatario invia una Ricevuta di Avvenuta Consegna al mittente, che può quindi essere certo che il suo messaggio è giunto a destinazione. Durante la trasmissione di un messaggio attraverso 2 caselle PEC vengono emesse altre ricevute che hanno lo scopo di garantire e verificare il corretto funzionamento del sistema e di mantenere sempre la transazione in uno stato consistente.

fonte: pec.it
fonte: pec.it

Di pochi minuti fa (ore 10:45) il comunicato ufficiale del Sassuolo sulla vicenda:

L’U.S. Sassuolo Calcio S.r.l., con riferimento al Comunicato Ufficiale n. 24, pubblicato in data odierna dal Giudice Sportivo c/o Lega Nazionale Professionisti Serie A, con il quale è stata comminata alla scrivente la sanzione della sconfitta per 0-3 all’esito della gara Sassuolo-Pescara, preso atto delle motivazioni poste alla base del citato provvedimento, comunica di avere posto in essere, ritualmente e tempestivamente, ogni adempimento prescritto dai vigenti regolamenti per il tesseramento del calciatore Antonio Ragusa, ritenendo, pertanto, regolare l’impiego del predetto atleta nella partita in questione.

Considerato, comunque, che l’addebito mosso dal Giudice Sportivo riguarda un aspetto tecnico-informatico, comunica, altresì, di avere avviato le opportune verifiche finalizzate all’accertamento di quanto accaduto in relazione alla funzionalità del sistema informatizzato, ultimate le quali proporrà reclamo avverso la decisione del Giudice Sportivo per il ripristino del risultato conseguito sul campo.

L’a.d. neroverde Giovanni Carnevali intervenuto a Sky Sport 24 ha cosi commentato la situazione: “Abbiamo ricevuto anche noi il comunicato ufficiale della Lega Calcio, ma posso dire che da parte nostra abbiamo adempito a tutte le documentazioni del calciatore Ragusa, ritenendo assolutamente regolare il suo impiego. Il comunicato parla di un aspetto tecnico informatico legato all’accaduto, e verificheremo cosa sarà accaduto: sappiamo che è stato fatto tutto e abbiamo fatto tutto con massima trasparenza, perciò faremo le nostre valutazioni per capire cosa non è funzionato. Ricorso? Faremo assolutamente reclamo per il ripristino del risultato acquisito sul campo“.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Roberto De Zerbi

De Zerbi in vista di Napoli-Sassuolo: “Tirare fuori il coraggio nelle difficoltà”

Non è un segreto che le molte assenze per infortunio e per Covid abbiano falcidiato …