martedì , 6 Dicembre 2022
bigica dopo sassuolo empoli
foto: sassuolocalcio.it

CS – Primavera, Bigica dopo Sassuolo-Empoli 2-1: “Bravi a crederci, che numeri Russo!”

Dopo il passo falso di Cagliari, il Sassuolo Primavera è tornato alla vittoria battendo l’Empoli per 2-1 al Ricci con reti di Bruno e Russo. A fine partita, il nostro inviato al Ricci ha intervistato in esclusiva mister Emiliano Bigica, felice per i tre punti ma anche critico per certi versi della prestazione dei suoi ragazzi.

Sulla partita: “L’Empoli è una squadra ben allenata, organizzata, che si aiuta molto: ho notato questo spirito di gruppo in loro. Abbiamo iniziato un po’ contratti, forse a causa delle scorie della partita di Cagliari. Ci sono state queste due parabole che hanno colpito la traversa, anche se noi nel secondo tempo abbiamo preso un palo abbastanza clamoroso. Avevo chiesto ai ragazzi di attaccare la profondità e, alla prima palla messa oltre la loro linea di difesa, abbiamo causato l’espulsione del portiere incanalando la partita nella strada giusta. Il problema è che dopo siamo stati un po’ troppo leziosi nel palleggio e nel posizionamento e abbiamo offerto qualche ripartenza all’Empoli. I toscani hanno in Angori un piede importante nei calci da fermo e i maggiori pericoli sono arrivati proprio da lì. Siamo stati però bravi a crederci: ho cercato di mettere più qualità in mezzo con Mata, i ragazzi hanno saputo soffrire trovando un gran bel gol per il 2-1 finale”.

Su Russo: “Flavio sta facendo vedere di che pasta è fatto fin dal ritiro: fino a poche partite fa mi sembrava sempre un po’ macchinoso e gli venivano i crampi intorno al 70′. Essendo stato aggregato alla prima squadra del Catania, l’anno scorso ha giocato davvero poco (la società è stata estromessa nel girone di ritorno, ndr), non ha mai avuto continuità e con quella fisicità ci sta che possa entrare in condizione più tardi rispetto agli altri. Il suo apporto in termini di aiuto alla squadra, di tecnica e di numeri è eloquente: siamo già a sei gol in undici partite”.

Sui tanti punti prima della sosta Mondiale: “Per non farci mancare nulla, ci voleva la sosta dei Mondiali così lunga. Stiamo cercando di mettere fieno in cascina perché arriverà l’inverno, come ho detto ai ragazzi, ma facendo al contempo buone prestazioni. Probabilmente siamo ancora in credito di un paio di punti, ma guardiamo al fatto che la maggior parte delle prestazioni è stata positiva e quest’anno, per la qualità che abbiamo davanti, siamo molto più pericolosi negli ultimi venti metri rispetto alle mie prime due squadre. Ovviamente, anche la parte mentale ha il suo ruolo: bisogna capire quanta fortuna possiamo avere quest’anno, e quanta possiamo sfruttarne”.

Sul sostegno mediatico alla squadra: “L’anno scorso ho chiesto più risalto per questa squadra. Non so se c’è un’inversione di tendenza o no da quest’anno: quando le cose vanno bene, è normale che se ne parli di più, ma io accetto anche grandissima attenzione e critiche se le cose andassero male. Non voglio assolutamente che le cronache scrivano sempre a favore: le critiche costruttive fanno bene, ma quando facciamo bene è giusto esaltare la squadra, i singoli”.

Segui CS anche su Instagram!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Appassionato di calcio e di sport in generale, ho deciso di condividere la passione per il Sassuolo e per la scrittura con Canale Sassuolo. In redazione curo la sezione del settore giovanile. Per contattarmi, scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it.

Potrebbe Interessarti

sassuolo correggese primavera

Sassuolo Primavera, mercoledì amichevole contro la Correggese: i dettagli

Il Sassuolo Primavera torna a scaldare i motori in vista della seconda parte di stagione …