martedì , 16 Luglio 2024
matheus henrique atalanta
foto: sassuolocalcio.it

Sirene Neroverdi: le ultime sul mercato del Sassuolo. Henrique è andato, ma il nuovo centrocampo è già in casa

La telenovela Berardi è cominciata da un pezzo e sarebbe cominciata anche senza la retrocessione. Ma se la situazione di Mimmo, lo sappiamo bene, è in bilico per la questione infortunio, non sarà così per gli altri neroverdi. Nicolò Schira, ad esempio, dà Jeremy Toljan come sicuro partente. Probabile, visto che il terzino tedesco è stato uno dei migliori della stagione e un posto in una massima categoria – in Italia o all’estero – ce l’avrà sempre assicurato. Nel frattempo, la prima cessione ufficiale è avvenuta: Matheus Henrique saluta tutti e torna in Brasile in un’operazione da 8,5 milioni di euro. Il Sassuolo ne aveva spesi 13 per assicurarselo.

La questione portieri: se resta Consigli, che fine faranno gli altri?

Il Sassuolo ha diversi portieri in prestito: Turati, Satalino, Zacchi e Russo. Poi ha Pegolo in scadenza e Consigli in dubbio. Le ultime voci, specie dopo le richieste della coppia, vedono il numero 47 pronto a rimanere in neroverde, per difendere la porta del Sassuolo anche in serie B. Ma chi ci sarà alle sue spalle? Finora si era ipotizzato che, in caso di partenza di Andrea, il ruolo da titolare sarebbe spettato a Turati (ne abbiamo parlato anche con Stefano Morrone, suo ex allenatore sia in Berretti che al Frosinone). Se resta Consigli, però, cambia tutto. Difficilmente Turati rimarrà come secondo e, anzi, nelle ultime ore pare proprio che, data la partenza di Josep Martinez in direzione Inter, il Genoa stia virando proprio sull’estremo difensore di scuola Sasol. Che così rimarrebbe in Serie A.

Chi sarà il secondo di Andrea Consigli è da vedere. Zacchi sembra essere in pole, ma c’è da valutare anche la situazione di Daniel Theiner, sul quale si potrebbe optare per un prestito al Carpi.

Cosa rimarrà della difesa?

Per quanto riguarda le uscite, oltre Toljan c’è da capire cosa farà Erlic. La sua Croazia è stata appena eliminata da Euro 2024 (grazie al gol di Zaccagni, castigatore plurimo del Sassuolo e, in questo caso, di uno dei neroverdi al mondiale), ora si può parlare di futuro. Alla porta c’è l’Atalanta.

Via anche Ferrari che, a differenza di Consigli, sembra non voler proprio rimanere. L’ex capitano neroverde piace sia in A che in B. A parte un possibile ritorno alla Sampdoria, lo vorrebbero Cagliari, Venezia e Palermo. Su Tressoldi, invece, c’è il Corinthians.

Dovrebbero rimanere Pieragnolo e Romagna, di rientro dalla Reggiana, sebbene sull’ex Juve i granata stanno pensando di chiedere un rinnovo del prestito.

Centrocampo già rifondato? Henrique è andato, le alternative sono già in casa

Capitolo centrocampo, dove sembra che la situazione sia migliore. L’Atalanta, oltre a Erlic, ha messo nel mirino anche Thorstvedt. Dopotutto, la Dea è la squadra che il norvegese potrebbe prediligere, anche se sulle sue tracce c’è anche la Fiorentina. La Viola, tra l’altro, potrebbe fare il pieno dal centrocampo neroverde trattenendo Maxime Lopez nonostante il mancato riscatto. E provandoci anche per Daniel Boloca (che Grosso spera ancora di poter convincere a restare).

Bisogna capire da dove ripartire. Obiang, innanzitutto. E forse anche Racic, in attesa di Boloca. Lipani rimarrà, Ghion pure. A Sportitalia, il suo agente Lorenzo Lazzari ha detto che è pronto a “ritornare da protagonista in Serie A con il Sassuolo, dove meritano di stare sia i neroverdi che Andrea“.

Si valuta il dopo-Pinamonti

Telenovela Berardi a parte, in casa Sassuolo c’è la questione centravanti da risolvere. Pinamonti se ne andrà di sicuro, vista la buona stagione dal punto di vista realizzativo e le parole del suo manager, Enzo Raiola, che ai microfoni di Calciomercato.com ha detto chiaramente: “Siamo dispiaciuti per la retrocessione. Ma ora dobbiamo tenere Andrea in serie A“. Ed è quello che accadrà.

I tifosi vogliono a tutti i costi la “promozione” di Mulattieri ad attaccante di riferimento della squadra. Anche perché con Grosso ha già dimostrato di poter segnare tanto in Serie B ai tempi di Frosinone. Più facile però che, data la scadenza di Defrel (che potrebbe andare al Modena), gli venga affiancato un giocatore di esperienza.

Si è parlato per giorni di Massimo Coda, ma l’ex Cremonese sembra ad un passo dal tornare alla Salernitana. Piace anche Matteo Brunori, reduce da 66 reti nelle ultime tre stagioni al Palermo tra B e C. Viva anche l’idea Gennaro Tutino, che a Cosenza ha messo a segno ben 20 gol. Secondo il Corriere dello Sport, per l’attacco piace Giuseppe Caso del Frosinone, il meno quotato del gruppo.

Alla finestra, in ogni caso, attendono il loro destino sia Luca Moro che Agustin Alvarez. Secondo il Corriere dello Sport, invece, il Primavera Flavio Russo è conteso da Carpi e Pescara.

Sugli esterni, tanto movimento in uscita: Antiste potrebbe rientrare in Francia dopo il rientro dalla Reggiana, mentre per Laurienté sono pronte a darsi battaglia Torino e Fiorentina. Servono 10 milioni per il francese, una cifra che potrebbe calare in caso di acquisto combinato di qualche altro giocatore neroverde. Le trattative, dice calciomercato.com, sono già in partenza.

Unisciti al canale Whatsapp di CS!

 

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

La cautela comunicativa del Sassuolo ci parla più di mille proclami tra mercato e obiettivi

C’è un dettaglio della comunicazione della società neroverde che ci sta dando qualche idea su …