venerdì , 18 settembre 2020
Home / Campionato / Verso Sassuolo-Torino, De Zerbi: “La mia panchina traballa da sempre, le voci non mi preoccupano”
de zerbi parma-sassuolo 1-0
foto: foxsports.it

Verso Sassuolo-Torino, De Zerbi: “La mia panchina traballa da sempre, le voci non mi preoccupano”

Roberto De Zerbi ha parlato in conferenza stampa prima di Sassuolo-Torino, prossima sfida di campionato che attende i neroverdi domani alle 18.00.

L’avversario sarà molto duro: Bisogna cambiare passo. Veniamo da un momento non positivo, con tre sconfitte consecutive. Nel 2020 abbiamo giocato contro Genoa e Udinese e subito due ko diversi. Il Torino oggi è una delle squadre più in forma, oltre che forte con una tipologia di gioco chiara. E’ una partita difficile, dobbiamo pensare a fare la nostra gara, come Genova, forse anche meglio e non come Udine.”

Mancano ancora diversi ragazzi: “Ferrari ha una distorsione alla caviglia e non sappiamo quanto sarà il danno, starà fermo anche lui tanto. Romagna e Peluso hanno dato garanzie in difesa, giocheranno loro. Chiriches e Defrel sono venuti per alzare il livello e sono stati pagati tanto e non li abbiamo mai avuti, questo è un dato di fatto. Poi se pensiamo all’organico e alla qualità dei giocatori, comunque domani la squadra sarà in grado di fare una grande partita e di poter fare risultato”.

Leggi anche > I PRECEDENTI DI SASSUOLO-TORINO

Già si vocifera che per lui sia una partita da dentro o fuori, con la panchina a rischio: “Non mi preoccupano le voci. La mia panchina traballa da quando mi ci sono seduto la prima volta sette anni fa. Faccio questo mestiere per passione, una mia scelta, nessuno mi obbliga: qualche anno fa ho lasciato i soldi per non andare dove mi avevano richiamato. I risultati condizionano le scelte di tutti, di chi mi giudica, di chi mi critica, di chi mi elogia ma non condizionano il mio giudizio. Continuerò a fare questo lavoro, sempre in buona fede, sapendo quello che si può fare e non si può fare, avendo oggettività e lucidità nel valutare le cose. Se qualcuno mi vuol cambiare è meglio che non prenda me o non mi tenga. La panchina in bilico non è un problema, ho tanti problemi ma non questo.”

Infine un riferimento al mercato: Ho parlato con Carnevali, sa quello che penso. Qualcosa va fatto, non solo dietro. Bisogna fare tutte le considerazioni opportune perché è un momento difficile, non da mettere davanti a tutto, perché abbiamo la forza per fare risultato anche domani”.

Leggi anche > BERARDI CI SARA’: RIDOTTA LA SQUALIFICA

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Mapei Stadium

CLAMOROSO: la Regione Emilia Romagna riapre gli stadi per Sassuolo-Cagliari

A sorpresa, la Regione Emilia Romagna ha deciso di riaprire gli eventi sportivi al pubblico …