sabato , 25 Maggio 2024
calciomercato sassuolo live
foto: sassuolocalcio.it

Un torneo negli States con le 20 squadre di Serie A? La Lega ci pensa

Un’inchiesta esclusiva di TuttoMercatoWeb ha rivelato la volontà della Lega Serie A, nelle persone dell’ad De Siervo, del Direttore Marketing Ciccarese e dell’Head of Competitions Andrea Butti, di portare la Serie A negli Stati Uniti durante il Mondiale in Qatar. Si tratta di un progetto ambizioso e difficile da realizzare, ma confermato dallo stesso Butti: “Siamo in una fase embrionale, stiamo studiando questo progetto che abbiamo sul tavolo da un paio di mesi. Non è una cosa estemporanea”. La Lega ha aperto a gennaio un nuovo ufficio sulla 6th Avenue di New York, da dove lavorerà per la riuscita di questo torneo in un mercato televisivo strategico come quello americano.

“In un Mondiale partecipano 736 calciatori di tutte le nazionali qualificate. Facendo uno split tra chi gioca nelle diverse leghe, partendo da quello che è successo nel 2018 in Russia, la Lega di A ha mandato 58 calciatori tesserati al Mondiale. Se la Nazionale Italiana andrà in Qatar, la stima è di 80-85 giocatori in tutto. In Russia, chi ne ha mandati di più è la Premier League con 109. Questo numero ci serve come base di partenza: in Lega di A ci sono circa 650 calciatori tesserati tra le varie squadre. Mandandone 80, 85, ne restano un numero cospicuo libero da impegni sportivi per un mese e mezzo/due, visto che il campionato sarà sospeso dal 13 novembre all’inizio di gennaio“. Un progetto mastodontico, che avrà bisogno di sponsor disposti a coprire le spese: “Stiamo ragionando a due velocitàUn piano è la struttura dell’organizzazione del torneo, la messa in piedi e la parte logistica, che ha una componente fondamentale. Dall’altra c’è la struttura dei costi, che deve supportare e sopportare l’investimento: deve coprire i costi e generare delle revenues“.

torneo usa serie a
foto: sassuolocalcio.it

Come sarà strutturato il torneo? “Durerà una ventina di giorni in tutto, le squadre giocheranno in una bolla stile NBA, dove possano giocare e vivere nello stesso luogo. Questa pausa di un mese e mezzo-due necessita di una sorta di precampionato, anche perché da gennaio a giugno sarà un tour de force. Così abbiamo pensato di strutturare un torneo con una fase a gironi iniziale e a seguire un tabellone tennistico con quarti, semifinale e finale. Siamo partiti da una domanda sportiva. Cosa fare per tenere alto il livello della preparazione dei giocatori durante la pausa? I ragazzi devono lavorare ma anche giocare partite, perché di fatto sarebbe un precampionato. Il torneo durerà una ventina di giorni, ovvero un periodo cospicuo di lavori e partite, che consentano a tutti di arrivare a gennaio alla pari con chi parteciperà in Qatar. Seguiremmo il flusso del Mondiale con un torneo per poi riprendere con la preparazione al campionato“.

Siamo stati attenti a strutturare il torneo per una Lega, l’unico obbligo regolamentare è rilasciare i giocatori. Il secondo obbligo è ‘commerciale’, ovvero non andare in contemporanea col Mondiale. Proprio per questo motivo, abbiamo strutturato gli orari per non andare in contemporanea con le gare del Qatar. E’ una kermesse che lascia spazi a più orari e abbiamo provato a occupare le finestre nel miglior modo possibile. L’ultima gara del torneo americano sarebbe alle 22 italiane e non ci sarebbero problemi di ritrasmissione anche per il nostro pubblico. Non verrà generato nulla che possa fare oscurità o creare danno a FIFA o ad altre istituzioni”.

Segui CS anche su Instagram!

Riguardo Gabriele Boscagli

Deluso dalle big fin dalla giovanissima età, si è affezionato al Sassuolo e non lo ha più lasciato. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

giovanni rossi sassuolo

RILEGGI IL LIVE – Giovanni Rossi: “Retrocessi per una serie di episodi negativi”

Aria di rivoluzione in casa Sassuolo. La matematica retrocessione arrivata con una giornata d’anticipo ha …