sabato , 25 Maggio 2024
Maxime Lopez
foto: sassuolocalcio.it

Si parla troppo poco di Maxime Lopez

Articolo di Davide Edoardo Fiore

Arrivato in neroverde nell’ottobre del 2020 (in piena pandemia) su precisa richiesta di Roberto De Zerbi, Maxime Lopez, talentino classe ‘97 proveniente dall’Olympique Marsiglia, ha conquistato fin da subito il posto da titolare e le chiavi del centrocampo del Sassuolo. Anche se non molto chiacchierato dai media come i vari Berardi, Raspadori, Scamacca e compagnia cantante (beninteso: meglio così, di voci di mercato ne sentiamo fin troppe qui nel Distretto!), Maxime è il vero e proprio perno del centrocampo sassolese. Se lo scorso anno divideva il compito di regista con Manuel Locatelli, con la cessione di quest’ultimo alla Juventus la costruzione di tutte le trame di gioco neroverdi passa dai suoi piedi.

Questa responsabilità all’interno della squadra sembra addirittura galvanizzarlo: non per niente a detta sua, in un’intervista rilasciata a gennaio a DAZN, ha definito questa la sua miglior stagione. Il feeling coi compagni non manca e anche la mimica in campo lo testimonia: lo si vede infatti spesso incitare i propri compagni durante la partita, spronarli in caso di errore o disperarsi se un’azione non volge al meglio, non soltanto in zona gol ma anche nelle piccole cose come una rimessa laterale regalata in malo modo. Il che sottolinea quanto lui tenga genuinamente alla squadra e a questa maglia.

Unisciti al canale Telegram di CS!

Domenica contro il Venezia Maxime Lopez non sarà della gara perché squalificato per somma di ammonizioni, a dimostrazione del grande sacrificio e personalità anche in fase di non possesso. Personalità che ha dimostrato soprattutto lo scorso 27 ottobre all’Allianz Stadium contro la Juventus, scavalcando Perin con un pallonetto al 95′ e consegnando la prima storica vittoria neroverde a Torino, sponda bianconera. Ricapitolando, il ragazzo ha tutto quello che serve per diventare un centrocampista top del nostro campionato. Al Sassuolo può giocare con continuità e spensieratezza, senza pressioni della piazza e sotto l’ala protettiva di capitan Magnanelli, che di sicuro non manca di dargli consigli e suggerimenti giorno dopo giorno. I neroverdi hanno in casa un piccolo talento che non tarderà a far parlare di sé, e come sempre la dirigenza del Sassuolo Calcio ci ha visto lungo!

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Canale Sassuolo (@canalesassuolo)

Riguardo Gabriele Boscagli

Deluso dalle big fin dalla giovanissima età, si è affezionato al Sassuolo e non lo ha più lasciato. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

giovanni rossi sassuolo

RILEGGI IL LIVE – Giovanni Rossi: “Retrocessi per una serie di episodi negativi”

Aria di rivoluzione in casa Sassuolo. La matematica retrocessione arrivata con una giornata d’anticipo ha …