giovedì , 26 novembre 2020
Home / Coppa Italia / Direzione Lucerna: prime coordinate sull’avversario
fonte: flc.ch

Direzione Lucerna: prime coordinate sull’avversario

Da Sassuolo alla Svizzera tedesca: questo il primo percorso in una competizione continentale per i neroverdi di Di Francesco. La compagine emiliana affronterà infatti il prossimo 28 luglio i biancoblu di mister Markus Babbel. L’ex difensore tedesco è alla guida del Lucerna dal 2014 e lo scorso anno ha raccolto un buon terzo posto nel campionato elvetico, piazzamento che ha consentito alla sua squadra, che può vantare uno scudetto e due coppe nazionali, di tornare alla ribalta sul palcoscenico continentale.

I prossimi avversari del Sassuolo inizieranno il campionato 2016/2017 il prossimo 23 luglio, a soli cinque giorni dall’esordio europeo, con una trasferta sul campo del Lugano. Le prime reazioni della tifoseria neroverde dopo il sorteggio sembravano contrastanti. Da una parte si pensa che potesse andare anche peggio, e soprattutto non si comprende se considerare come positivo per il Sassuolo il fatto che, come poc’anzi accennato, il Lucerna avrà già affrontato i primi 90 minuti della stagione quando si troverà a sfidare, peraltro in casa, la truppa di Di Francesco.

fonte: flc.ch
fonte: flc.ch

 

Solo il campo, però, potrà dare indicazioni in merito e sottovalutare l’avversario (vedi esperienze bluerchiate e biancocelesti in tempi molto recenti) sarebbe un errore imperdonabile. La Swissporarena, stadio completato nel 2011 la cui capienza è di circa 16.000 spettatori, si prepara ad accogliere i neroverdi: il fischio d’inizio è previsto per le ore 19.00 e i biancoblu torneranno, dopo moltissimi anni, ad affrontare una squadra italiana. L’unico precedente risale addirittura alla stagione 1960/61, nel corso della quale la Fiorentina incrociò gli svizzeri battendoli nettamente e spianandosi la strada verso la vittoria del trofeo.

Come affermato in sede di commento da mister Di Francesco secondo La Gazzetta dello Sport, per il timoniere del Sassuolo “poteva andare meglio. Avendo già iniziato il campionato i nostri avversari potrebbero avere più gamba. Se non altro” conclude il tecnico “il viaggio non sarà particolarmente lungo e questo è un vantaggio”. Non moltissimi i chilometri da percorrere, è vero, ma comunque importantissimi. Il 28 luglio sarà infatti un momento storico per una società che fino a pochi anni fa mai avrebbe immaginato di poter esordire in una competizione europea.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Enrico Brignola

Coppa Italia, Brignola chiama il Sassuolo: “Sarà una partita importantissima”

Con un 2-0 ai danni del Monza, la SPAL ha passato i sedicesimi di finale …