mercoledì , 19 giugno 2019
Home / Campionato / Sassuolo-Roma 0-0: un mix di ‘vorrei ma non posso’ e ‘famoje vede’

Sassuolo-Roma 0-0: un mix di ‘vorrei ma non posso’ e ‘famoje vede’

Sassuolo-Roma 0-0 sfata finalmente un tabù che i neroverdi si trascinavano dietro sin dalla loro prima apparizione in serie A. All’epoca era tutto un po’ diverso, è trascorsa un’intera epoca calcistica.

Nel 2014 il Sassuolo aveva Di Francesco in panchina e uomini come Zaza, Floccari e Sansone… La Roma era quella di Rudi Garcia, c’era ancora Totti (e anche De Rossi) e sembrava essere in grado di giocarsi lo scudetto con la Juve di Conte.

Leggi anche > LE PAGELLE DI SASSUOLO-ROMA

Dopo cinque anni tutto ciò semplicemente non c’è più. Di Francesco, che sembrava essere riuscito a far fare il salto di qualità alla Lupa con la semifinale di Champions, è stato allontanato dalla panchina giallorossa. E il ritorno di Ranieri non è riuscito a far prendere loro l’ultimo tram per l’Europa che conta. Al Sassuolo è nel frattempo arrivato De Zerbi (dopo Bucchi e Iachini), dando alla squadra un’impostazione completamente diversa ma dai risultati alternanti.

Leggi anche > ROGERIO: “ABBIAMO DIMOSTRATO DI ESSERE IN GRANDE FORMA”

sassuolo-roma 0-0
foto: foxsports

Sassuolo-Roma 0-0: una mezza svolta

In ogni caso, una squadra contro cui non si è mai riusciti a vincere in assoluto né (fino a ieri) a fare punti in casa è senza ombra di dubbio la bestia nera dei neroverdi. Questo punto, dunque, più dannoso a loro che utile ai nostri, suona come una mezza svolta. L’antipasto della prossima stagione. Il segno che la storia (che si costruisce giornata dopo giornata) può cambiare. Basta volerlo.

Leggi anche > DE ZERBI: “POTEVAMO ANCHE VINCERE. CHIUDIAMO CON UN PO’ DI AMARO IN BOCCA”

Il Sassuolo ha tenuto e ha rischiato anche di vincere. Un vorrei ma non posso, talvolta, che però si è trasformato in un convinto ‘famoje vede‘ quando la Roma ha spinto per sbloccare la gara (in verità per 10 minuti o poco più).

Un bel ricordo e una speranza dopo il primo punto strappato alla Roma al Mapei Stadium

Alla fine non ci resta altro che un bel ricordo e una speranza. D’altronde da giugno bisognerà dare del nostro meglio col mercato. Tornerà Boateng e forse anche Letschert, Goldaniga e Cassata. Ma è su chi andrà via che dovremo stare attenti.

Leggi anche > CONSIGLI: “GRAN PARTITA, PECCATO NON AVER FATTO GOL”

Perché la costruzione di un progetto è fatta anche di questo, di uomini attaccati alla maglia pronti a mettersi in gioco per obiettivi sempre maggiori. Se il progetto avrà successo, quegli obiettivi potranno giocarseli da noi, senza cercare fortuna in casa di chi la storia l’ha già costruita.

Leggi anche > DJURICIC: “PAREGGIO GIUSTO, PECCATO NON AVER FATTO GOL”

sassuolo-roma 0-0
foto: foxsports
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Da Benevento si è innamorato dei colori del Sassuolo. Giornalista pubblicista e laureato in Relazioni Internazionali, scrive con passione del mondo neroverde.

Potrebbe Interessarti

Giovanni carnevali ad Sassuolo, carnevali mapei football center

Carnevali: “Il Mapei Football Center è la nostra nuova casa. Sensi e Demiral? Nulla di fatto…”

Durante la presentazione del Mapei Football Center ha parlato anche l'ad del Sassuolo Giovanni Carnevali, che ha fatto un po' il punto sia sul progetto del centro sportivo, che sul futuro del Sassuolo, facendo qualche accenno anche al mercato.

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi