lunedì , 26 ottobre 2020
Home / Campionato / Sassuolo-Palermo 4-1. Signore e signori, va in scena il ritorno dei neroverdi

Sassuolo-Palermo 4-1. Signore e signori, va in scena il ritorno dei neroverdi

Con l’inizio del girone di ritorno i primi a rivedersi sono i neroverdi. Il primo ritorno è quello alla vittoria, che mancava da più di un mese. Il secondo ritorno è quello di Berardi titolare, il cui nome non compariva nella formazione iniziale dal 28 agosto. Il terzo ritorno è quello di Alessandro Matri al gol, con la speranza che la doppietta gli dia più fiducia e continuità. Il quarto ritorno è quello del Sassuolo, che se già si era fatto valere contro il Torino, ieri ha messo in campo tutto se stesso.

Quattro ritorni, quattro reti. Sebbene all’inizio il gol di Quaison abbia messo paura ai ragazzi di Di Francesco. Mangiandosi la difesa, lo svedese del Palermo ha messo dentro uno splendido colpo di tacco. Il minuto è il numero otto e i siciliani sembrano avere già la gara in mano. Corini tira un sospiro di sollievo. Troppo presto.

Leggi anche > POST SASSUOLO-PALERMO, MATRI: “QUESTA DOPPIETTA MI DA’ FIDUCIA”

foto: Lapresse
foto: Lapresse

Perché è in quel momento che il Sassuolo decide di ritornare, con protagonista nientepopodimeno che Berardi. Prima regala a Matri l’assist per il gol del pareggio, con l’ex attaccante di Lazio e Juventus che recupera la verve di castiga-portieri; poi, sempre Mimmo, mette sui piedi di Ragusa il gol del vantaggio. Partita ribaltata e i sospiri di Corini diventano sbuffate.

Nel secondo tempo il dominio neroverde si fa ancora più opprimente per i palermitani. Matri fa capire di averci preso gusto e, infilandosi sapientemente in un errore difensivo dei rosanero, beffa ancora una volta Posavec. Infine, sono i due subentrati Defrel e Politano a confezionare l’azione che chiude i giochi.

Se c’è un neo in questa vittoria è il gol iniziale del Palermo, con il reparto arretrato che non è parso perfetto come altre volte, specie per quanto riguarda Peluso. Ma dal centrocampo a salire il Sassuolo è stato capace di costruire un’ottima sinfonia e suonarla a memoria. Aquilani sembra aver giocato sempre in neroverde, tanta è l’intesa coi compagni. Ragusa e Matri sono stati devastanti. Mazzitelli ha fatto smistamento e lavoro sporco.

Leggi anche > LE PAGELLE DI SASSUOLO-PALERMO: ATTACCO STRATOSFERICO

ragusa sassuolo palermo
foto: ANSA

Ora i punti che separano i neroverdi dalla zona-salvezza sono 11, con l’Empoli di mezzo a -3. La zona buona della classifica non è così lontana e le squadre che sono davanti sono distanti pochissimi punti. Basti pensare che il Cagliari, decimo, è solo a +5.

Dopodomani c’è la Coppa Italia, che resta un obiettivo stagionale nel quale andare avanti il più possibile. Se il ritornato Sassuolo riuscirà a tenersi fedele a se stesso potremo vederne delle belle.

Il girone di ritorno è cominciato così, alla grande, con la squadra destinata a rivoltare il trend negativo dell’andata. Le carte in regola ci sono. Signore e signori, buonasera. Va in scena il ritorno dei neroverdi.

Leggi anche > DI FRANCESCO DOPO SASSUOLO-PALERMO: “LE NOSTRE IDEE DI GIOCO HANNO PREVALSO”

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

I numeri di Sassuolo-Torino 3-3: spettacolare rimonta nella nebbia

Nella nebbia di Reggio Emilia, il Sassuolo fornisce un’altra prestazione convincente e compie la seconda …