sabato , 28 novembre 2020
Home / Campionato / Verso Sassuolo-Crotone, Iachini: “Il lavoro è l’unica medicina per ritrovare intensità”

Verso Sassuolo-Crotone, Iachini: “Il lavoro è l’unica medicina per ritrovare intensità”

Domani sera, alle ore 18.00, i neroverdi disputeranno al Mapei Stadium la giornata numero 16 di Serie A. Prima di Sassuolo-Crotone, Iachini ha parlato della partita. Il mister ha spiegato come ha deciso di preparare questa importante sfida salvezza.

Il tecnico vuole impegno, al di là della tattica: “Sia col Bari che con la Fiorentina abbiamo avuto pochi giorni per prepararci. Era normale avere ancora cose sulle quali lavorare. C’è ancora da fare, ma continuiamo settimana dopo settimana per trovare le nostre certezze e la nostra identità. Sto portando avanti un paio di interpretazioni tattiche, ma al di là degli schemi voglio l’intensità e la mentalità dei ragazzi, che mi stanno dando disponibilità”.

Davanti, si troverà una squadra affiatata, ma che viene da una settimana tumultuosa: Il Crotone è una squadra che si conosce bene, nonostante quanto successo in settimana. Mi dispiace per Nicola, che è un allenatore che ha fatto molto bene nel suo percorso. Allo stesso tempo stimo molto Zenga: è un ottimo allenatore, arrivato con molto entusiasmo e lo trasferirà ai suoi giocatori. Dovremo affrontare questa partita con attenzione e concentrazione. Non sappiamo come giocheranno ma dovremo essere abili a leggerla e a saperla interpretare”.

Leggi anche > MAGNANELLI SALTA IL CROTONE: MULTATO E SQUALIFICATO PER UN TURNO

Sassuolo-Crotone, Iachini: dobbiamo fare prestazioni e risultati

Iachini sa di avere potenziale a disposizione: “I ragazzi devono pensare che dobbiamo cercare di fare prestazioni e risultati. Su quelli dobbiamo giocare. La situazione di classifica ci porta poca tranquillità, ma dobbiamo superare il momento e farci forza, dimostrando sul campo di potercela fare tramite buone prestazioni sia a livello individuali che di reparto e quindi di squadra”.

Domenica scorsa è arrivata una sconfitta, è ora di rialzare la testa: Con la Fiorentina siamo partiti bene il primo quarto d’ora, poi abbiamo commesso errori sui quali la squadra non ha trovato il modo di reagire. Era una partita preparata in soli due giorni, quindi era forse poco per fare qualcosa di meglio, anche se me lo sarei aspettato. Il lavoro è l’unica medicina per far arrivare gli input ai giocatori affinché li trasferiscano sul campo”.

Leggi anche > SASSUOLO-CROTONE: PRECEDENTI, CURIOSITA’ E GLI EX DELLA PARTITA

sassuolo-crotone iachini

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Sassuolo-Inter 0-3, De Zerbi: “Il fatto di cadere non ci deve fare perdere entusiasmo e consapevolezza”

Roberto De Zerbi ha analizzato la prestazione dei suoi nella sconfitta rimediata in Sassuolo-Inter. Queste …