mercoledì , 21 ottobre 2020
Home / Notizie Neroverdi / Magnanelli e Biondini: “Vediamo la fine del tunnel, presto il rientro”

Magnanelli e Biondini: “Vediamo la fine del tunnel, presto il rientro”

I due lottatori del centrocampo stanno tornando: oggi pomeriggio sono intervenuti in conferenza stampa Francesco Magnanelli e Davide Biondini, fuori causa da diversi mesi. I due centrocampisti neroverdi stanno completando il recupero dai due infortuni che li hanno colpiti mesi fa, ovvero la lesione del legamento crociato per il capitano e la rottura del tendine d’achille per il mastino romagnolo.

Magnanelli traccia la rotta del suo percorso e guarda al futuro: “Sto abbastanza bene, il percorso di recupero sta per volgere al termine ma dopo quattro mesi di inattività bisogna prendere confidenza con il terreno di gioco. Lavorerò ancora due o tre settimane a parte, ma sono consapevole che questo infortunio è un ostacolo che non deve condizionare l’intero percorso e quello che si è fatto in questi anni. Si tratta di un piccolo pit stop ma le valutazioni vanno fatte ad ampio raggio, credo che quanto successo c’entri poco con la situazione contrattuale anche se indubbiamente giocando la situazione sarebbe stata diversa: fa più male stare fuori e vedere giocare i compagni. Ne approfitto per ringraziare l’intero staff sanitario, Andrea Rinaldi e tutti i fisioterapisti. Voglio tornare il prima possibile e mi sono dato degli obiettivi che punto a raggiungere. In questo campionato” conclude il capitano dicendo la sua sulla stagione del Sassuolo “le ultime tre in classifica hanno fatto molta fatica e siamo tranquilli da un po’ anche se dobbiamo puntare a finire al meglio. D’altra parte ci sono molte situazioni personali da definire: c’è chi vuole mettersi in mostra e chi è in scadenza di contratto. La partita contro la Sampdoria ha dimostrato che ci siamo ancora e dobbiamo puntare ad ottenere una posizione di classifica migliore di quella attuale. Con i tre punti che ci hanno tolto e ancora sei partite davanti possiamo fare ancora bene. Non va dimenticato che molte squadre hanno lottato fino alla fine per non retrocedere alla loro prima stagione europea e noi abbiamo perso numerosi giocatori per mesi. Se riusciremo a finire bene come credo il nostro campionato sarà da consdierarsi più che sufficiente”.

biondini

 

Dal canto suo anche Davide Biondini esprime concetti in linea con quelli del compagno: “Mi sento abbastanza bene, ho fatto parte degli allenamenti con la squadra e credo che a fine mese, per la partita con l’Empoli, potrò essere a disposizione. Non so quanti minuti sarò in grado di giocare ma i tempi di recupero sono stati veloci rispetto alle previsioni. Rimane comunque giusto seguire i tempi fisiologici che mi hanno dato indipendemtente da come io mi possa sentire: valuterò le risposte quando lavorerò con la squadra”. Qualche cenno alla situazione contrattuale e al bilancio della stagione conclude l’intervista al numero 8 neroverde: “Nei primi due mesi non potevo appoggiare il piede e avevo le stampelle quindi il problema del contratto non si poneva, è più presente ora che sono sulla via del recupero, ora però c’è l’ultimo step da superare e si parlerà del futuro. Mi associo ai ringraziamenti del Magna allo staff sanitario, e aggiungo che avere un compagno di riabilitazione come Francesco è stato importante. Sul fronte della nostra stagione gli stimoli possono essere pochi ma chi fa il nostro mestiere deve trovarli comunque, ci sono obiettivi da raggiungere settimana dopo settimana, ci sono sette-otto giocatori in scadenza di contratto quindi il contesto non può essere privo di stimoli. Abbiamo affrontato tante piccole difficoltà e anche la sfortuna, ma abbiamo dimostrato di saper reagire e questo percorso ci ha arricchito: ritengo siamo maturati dal punto di vista della personalità”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Giorgos Kyriakopoulos

Giorgos Kyriakopoulos, un rendimento da top player

Articolo di Andrea Marchetti Mi ha sempre affascinato il ruolo del terzino sinistro. Facchetti, Cabrini, …