domenica , 25 Febbraio 2024
editoriale volpato missori
foto: sassuolocalcio.it

Sassuolo, buone indicazioni da Missori e Volpato: la chance è stata colta

Atalanta-Sassuolo è stata un vero e proprio laboratorio, e non solo a livello di effettivi: mister Dionisi ha proposto una difesa a tre, giocando a specchio rispetto al collaudatissimo 3-4-2-1 di Gasperini. Rivedremo questo modulo anche in campionato? Difficile. Fatto sta che questo assetto di gioco ha esaltato e non poco le prestazioni di Filippo Missori e Cristian Volpato, che hanno ricoperto dei ruoli diversi rispetto a quelli cui sono abituati. I due giovani scuola Roma, pagati complessivamente 10 milioni dal Sassuolo – adesso c’è anche l’ufficialità, come si evince dal bilancio della Roma – sono stati senza ombra di dubbio le due note più liete della serata del Gewiss Stadium.

Volpato ha agito da mezzala destra, legando il gioco tra la difesa e l’attacco, provvedendo a smistare i palloni sulle fasce e a verticalizzare. L’italoaustraliano si è destreggiato tra le maglie nerazzurre con estrema semplicità, servendo palloni non banali e aiutando la squadra ad uscire dall’asfissiante pressing a uomo atalantino. Nulla a che vedere con il ragazzetto incerto, magari anche un pelo egoista, che abbiamo visto a inizio campionato. Nel ruolo di trequartista c’è un Thorstvedt in ottima forma e un Bajrami che sta invece vivendo un momento di flessione: Volpato è diverso da entrambi e merita più spazio, anche dal primo minuto.

Missori è invece partito da esterno destro a tutta fascia: la gamba e i polmoni per svolgere le due fasi ci sono (al 90′ era uno dei pochi che ancora viaggiavano come se nulla fosse) e anche l’intelligenza per sfuggire dalla marcatura atalantina. In almeno un paio di occasioni lo abbiamo visto eludere Zappacosta o Kolasinac con un tocco di prima, a spiazzare l’intera difesa atalantina. Dietro, seppur con qualche sbavatura di poco conto, ha fatto buona guardia su Zappacosta: è dalla fascia destra di Holm che sono arrivati i maggiori pericoli per la porta di Cragno. Da possibile partente com’era in estate, adesso Missori reclama più spazio, anche in virtù della penuria di terzini in cui versa il Sassuolo.

Segui CS anche su Instagram!

Riguardo Gabriele Boscagli

Deluso dalle big fin dalla giovanissima età, si è affezionato al Sassuolo e non lo ha più lasciato. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

editoriale volpato missori

VIDEO – Gli highlights di Atalanta-Sassuolo 3-1

Andiamo a vedere gli highlights di Atalanta-Sassuolo 3-1 di Coppa Italia. Il Sassuolo esce di …