domenica , 24 gennaio 2021
Home / Campionato / Sassuolo-Benevento 1-0: abbiamo imparato a vincere le partite sporche, ma manca ancora qualcosa
sassuolo benevento 1-0
foto: beneventocalcio.club

Sassuolo-Benevento 1-0: abbiamo imparato a vincere le partite sporche, ma manca ancora qualcosa

Vincere una partita sporca, com’è stata Sassuolo-Benevento 0-1, non è affatto facile. Anzi, il Sassuolo tenace che abbiamo visto al Mapei contro la formazione sannita è forse la cosa più positiva dell’ultima serata reggiana dei neroverdi. Più positiva anche dei tre punti.

Sia chiaro, la vittoria era fondamentale, specie dopo la sconfitta rimediata contro l’Inter e lo 0-0 strappato alla Roma. Quello di cui però c’era bisogno, era la dimostrazione dell’esistenza di uno spirito di squadra. Capaci di andare in difficoltà, capaci però di uscirne. Talvolta addirittura indenni e guadagnandoci una vittoria.

Leggi anche > CONSIGLI: “BISOGNA SAPER VINCERE ANCHE PARTITE DEL GENERE”

sassuolo-benevento 1-0
Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images

Sassuolo-Benevento 1-0: tenere duro è fondamentale

È per questo motivo che bisogna essere felici. Tenere duro è fondamentale quando si affrontano momenti difficili. E questo Sassuolo sa farlo. Solo qualche mese fa, questa partita avrebbe avuto un risultato completamente diverso. E i tre punti li avrebbero portati a casa i sanniti.

Non è andata così, per fortuna e bravura. Il rigore di Berardi sembrava aver spianato la strada ad una grande vittoria, ma i ragazzi di Inzaghi hanno dato filo da torcere a tutti. E l’espulsione di Haraslin ha dato il la per un forcing dove Consigli, Marlon, Ferrari ma anche Kyriakopoulos e Berardi, si sono trasformati in veri e propri muri. E là dove non sono arrivate le manone del portiere o i corpi dei difensori c’è stata una provvidenziale traversa.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DI SASSUOLO-BENEVENTO

foto: eurosport.it

Torniamo a noi, però. Contro il Benevento il Sassuolo ha dimostrato di sapere organizzare una fase difensiva efficace, ma le lacune in attacco rimangono. Sarà l’assenza di Caputo e Defrel, ma nelle ultime tre partite i neroverdi hanno segnato soltanto una rete. E su rigore.

Djuricic falso nueve non pare proprio adatto allo scopo e Raspadori mette in campo tanto impegno ma l’inesperienza si fa sentire. Haraslin sembrava l’uomo giusto per ricominciare, col suo rosso bisognerà inventarsi qualcosa anche per la prossima. A Firenze il Sassuolo troverà una squadra affamata, che ha bisogno di punti.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

diretta lazio-sassuolo

DIRETTA Lazio-Sassuolo 1-1: la sblocca Ciccio Caputo, Milinkovic-Savic pareggia di testa

Benvenuti sulla diretta di Lazio-Sassuolo, gara valida per la giornata numero 19 del campionato di …