martedì , 16 Aprile 2024
Bigica lecce sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Primavera, Bigica dopo Sassuolo-Hellas 3-2: “Servivano i tre punti a tutti i costi”

Il Sassuolo Primavera ha conquistato una vittoria per 3-2 contro l’Hellas Verona: con questi tre punti, firmati Russo, Kumi e Leone, i ragazzi di mister Bigica consolidano la posizione in zona playoff con 37 punti. A fine partita, mister Emiliano Bigica ha parlato in zona mista commentando la vittoria con gli scaligeri.

Sulla partita: “Il Verona è una squadra ostica, ben allenata. Aveva assenze importanti, soprattutto dietro. Qui al Ricci sono sempre state partite combattute, dove gli episodi hanno tenuto gli scaligeri in partita. Anche oggi eravamo in vantaggio 2-0, purtroppo abbiamo regalato un gol. Abbiamo avuto più occasioni per fare il 3-0, poi abbiamo fatto il 3-1 nel loro momento migliore ma ci siamo complicati la vita con un rigore evitabilissimo e che assomiglia molto a quello di Bologna all’88’. Devo dire però che la squadra è rimasta concentrata, aggressiva e lucida nella maggior parte delle situazioni. L’obiettivo era fare tre punti in qualsiasi modo: è arrivata anche la prestazione. Ci godiamo questi 37 punti, in coabitazione con altre squadre, ma penso tutti meritati”.

Sui marcatori: “E’ da un po’ che chiedo a Kumi e Leone più gol: due giocatori del genere devono fare più gol. Il percorso è iniziato, vediamo a fine anno dove arrivano. Ci manca qualche gol del play, speriamo poi che Bruno faccia qualche altro gol. A fine partita a Milano gli ho detto una cosa un po’ da arrabbiato: se non hanno accresciuto la consapevolezza dei loro mezzi dopo aver fatto tre gol in sei minuti al Milan, è meglio che cambiano mestiere. Oggi mi hanno dato una risposta importante”.

Sulla crescita di Corradini: “Abbiamo perso un leader morale e umano importante: Cannavaro è un ragazzo d’altri tempi. Ovviamente, alleno una squadra forte, messami a disposizione dal Direttore Palmieri: sapevamo che andando via un titolare si sarebbe data la possibilità a qualche ragazzo che scalpitava, altrettanto bravo, di giocare. Corradini si sta ritagliando il suo spazio ma dietro ce ne sono di altrettanto bravi. Unica nota negativa: anche oggi abbiamo preso due gol, dobbiamo cercare di diminuire questo numero perché non possiamo fare sempre un gol in più degli altri”.

Sulla gestione dell’ultima mezz’ora: “Sono soddisfatto a metà: potevamo gestire meglio ma siamo partiti diverse volte grazie a Kumi, Bruno, Russo e Vedovati che hanno ripulito diversi palloni. Mi aspetto ancora più da Lopes, che è già in crescita. Ci sono partite dove bisogna essere concreti e portare il risultato a casa: potevamo gestirla meglio ma potevamo anche fare il quarto gol. Ci può stare: sono giovani, posso concedergli qualcosina, la gestione si sbaglia anche tra i grandi”.

Su Parlato: “Claudio è stato fuori, ha morso il freno perché Cinquegrano stava facendo meglio, in un crescendo che per lui durava dalle ultime 5/6 partite della scorsa stagione. In questo momento preferisco Parlato perché mi dà più attenzione: sicuramente sono due giocatori che torneranno utili in questo campionato, ci saranno tante squalifiche. Non ha scavalcato le gerarchie: partono alla pari ogni settimana”.

Segui CS anche su Threads!

Riguardo Gabriele Boscagli

Deluso dalle big fin dalla giovanissima età, si è affezionato al Sassuolo e non lo ha più lasciato. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

diretta sassuolo inter primavera

FINALE Sassuolo-Inter Primavera 0-3: tris nerazzurro al Ricci

Benvenuti sulla diretta di Sassuolo-Inter, gara valida per la 12^ giornata di ritorno del Campionato …