martedì , 26 ottobre 2021
Home / Campionato / Prestazione da migliorare…ma non da buttare
fonte: sassuolocalcio.it

Prestazione da migliorare…ma non da buttare

Le sconfitte lasciano sempre l’amaro in bocca, ma a mente fredda le si può vedere da un’altra prospettiva. E il Sassuolo visto ieri non ha sfigurato in casa del Milan, cercando di fare tutto il possibile per tamponare un’inferiorità numerica con cui gli uomini di Di Francesco hanno dovuto fare i conti per due terzi della gara.

Tuttavia è evidente che ieri non si è certo vista una bella partita, e questo per “colpa” di entrambe le squadre. Se questo è il Milan che dovrebbe ambire ad un piazzamento Champions, in tutta franchezza Mihajlovic è decisamente indietro con i lavori; dal canto suo, il Sassuolo di ieri, anche al netto dell’essere in dieci uomini, ha prodotto assai poco in attacco. Defrel, sempre autore di prove generose, non è mai riuscito ad andare al tiro, anche per assenza di rifornimenti. Il centrocampo, più che discreto in fase di interdizione e ottimo sul piano della grinta, ha creato decisamente poco.

fonte: sassuolocalcio.it
fonte: sassuolocalcio.it

La mossa relativa all’inserimento di Laribi dal primo minuto, salutata da molti con favore, ha portato ad una conclusione in porta e molto movimento, senza incidere granché. Forse Di Francesco avrebbe potuto optare per utilizzare il terzo cambio per inserire una punta centrale al posto di Defrel: Falcinelli e Floccari scalpitavano. Ma d’altra parte la sostituzione obbligata di un giocatore di movimento con il secondo portiere a seguito dell’espulsione di Consigli ha scompaginato i piani del mister, che ha ritenuto di replicare il cambio Berardi-Terranova già visto contro la Lazio. Purtroppo l’epilogo non è stato il medesimo di domenica scorsa: nel finale il Milan ha spinto e concluso varie volte verso la porta di Pegolo, pur oggettivamente in modo confusionario, fino ad arrivare al gol vittoria.

In ogni caso i neroverdi hanno fornito una prestazione ben superiore a quella dell’altra sconfitta stagionale, maturata ad Empoli: questa volta la quadra ha dimostrato di esserci. Resta solo qualche riserva per il secondo gol in tre partite presa su azione d’angolo: due giornate fa qualcuno si perse Maccarone, stavolta Luiz Adriano ha potuto colpire indisturbato… Considerando che Cannavaro era il marcatore di Bacca, chi doveva occuparsi del numero 9 milanista? Acerbi? Il neoentrato Terranova? Ormai è inutile recriminare: tra poco più di 48 ore si torna in campo contro la Juventus, squadra alla quale non bisogna assolutamente consentire (pare strano a dirsi) di raggiungere i neroverdi in classifica.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

probabili formazioni juventus sassuolo

Serie A, le probabili formazioni di Juventus-Sassuolo: out Djuricic e Boga

La 10^ giornata di campionato vede il Sassuolo far visita alla Juventus, match in programma mercoledì 27 ottobre alle …