sabato , 25 Maggio 2024
foto: acmilan.com

Le pagelle di Milan-Sassuolo 2-5: tigna e intuizioni sbancano San Siro

Milan-Sassuolo 2-5: le pagelle dei neroverdi

Andrea CONSIGLI 6.5: Poco chiamato in causa, anche sui gol rossoneri, buoni e non. Il primo intervento vero e proprio lo fa su Rebic nel recupero del primo tempo, quando blocca sicuro. Poi solo gestione di routine.

Riccardo MARCHIZZA 6: Parte titolare a sorpresa come terzino sinistro. Si fa sorpassare da Giroud sul gol annullato al Milan, poi poco altro. Meglio in fase difensiva che in corsa. La sua presenza è però un segnale incoraggiante (dal 46′ Giorgos KYRIAKOPOULOS 6+: Inserito a sorpresa all’inizio della ripresa dopo le polemiche del pre-partita, comincia subito ad andare in sovrapposizione con Laurienté – e da una di queste nasce l’azione che porta al rigore. Ci mette la foga e prova anche la conclusione)

Martin ERLIC 6.5: Si scontra con Giroud in occasione del gol con il quale il Milan accorcia le distanze, ma nel complesso è bravo a contenere il francese.

Ruan TRESSOLDI 7-: Contiene con forza le incursioni degli attaccanti rossoneri, tiene a bada gli avversari imponendosi di fisico. Di tanto in tanto dà vita a lanci pregevoli. Lotta fino alla fine e si prende anche una brutta botta che lo costringe a rientrare con una vistosa fasciatura. Roccioso.

ROGERIO 6+: Schierato sulla fascia opposta rispetto al solito, appare spaesato e meno incline alle classiche corse. Fallisce una sovrapposizione con Berardi, poi prende un po’ ritmo.

Davide FRATTESI 7-: Parte in chiaroscuro, poi la butta dentro dopo un azione da protagonista con un movimento ben studiato insieme a Berardi e Traoré. Bravo nei recuperi dove spesso però pecca di irruenza e nervosismo, meno preciso nell’impostare. Mantiene e spezza i ritmi a seconda del momento, con grande lettura del gioco (dal 77′ Kristian THORSTVEDT, sv)

Pedro OBIANG 7+: All’inizio della partita riesce a recuperare su un involontario retropassaggio di Berardi che rischiava di far partire Theo Hernandez. Lavora molto di fisico e si conferma con leadership e personalità. Si prende un giallo necessario per fermare Saelemaekers in discesa verso la porta di Consigli e contiene tutti gli scatti degli avversari.

Junior TRAORÉ 7,5: Quello che fa sul gol di Frattesi dimostra che sì, il suo ruolo da mezzala è quello giusto. Dialoga pregevolmente con il compagno. I suoi inserimenti tra le linee mettono in crisi gli avversari. Se c’è un giocatore oltre a Berardi in grado di alzare di parecchio l’asticella della qualità, quello è lui.

Domenico BERARDI 8-: Fa spaventare tutti quando resta a terra dopo 10 minuti dall’inizio. Confeziona un assist prezioso per Defrel, poi segna il gol numero 11 contro il Milan di testa su calcio d’angolo. Si becca un’ammonizione che gli farà saltare l’Atalanta. Scatta contro Krunic per una mancata restituzione di palla e dà vita a una scena non bellissima. Un gol e tre assist prima di uscire tra i fischi di San Siro (dal 85′ Gian Marco FERRARI, sv).

Armand LAURIENTÉ 7: È suo il primo tiro in porta neroverde, suo il gran movimento sulla sinistra. Si guadagna un rigore e lo trasforma con decisione e determinazione. È quello di sempre, uno dei pochi che non se n’è mai andato (dal 76′ Agustin ALVAREZ, sv).

Gregoire DEFREL 7,5: Poco cercato dai compagni ma si vede che ha voglia di fare. Cerca lui di fare da sponda, di aiutare la squadra, di tornare anche a difendere. Poi insacca il primo gol stagionale e si pone come punto di riferimento d’esperienza. Si rende autore di un numero di classe assurdo su Gabbia (dal 76′ Matheus HENRIQUE 6.5: entra e fa gol, regalando la goduria ai tifosi neroverdi e chiudendo il match).

Alessio DIONISI 7,5: Si contiene e dà vita a un piccolo capolavoro, reinventando la difesa e compattando gli altri reparti. Sapeva che per avere una scossa questa è la partita giusta. Vincere a San Siro dà quella scossa in più, farlo in questo modo – con tigna e intuizioni – non può che essere di buon auspicio per il futuro.

Seguici anche su Instagram

pagelle milan-sassuolo
foto: acmilan.com

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

lazio sassuolo ballardini

LIVE – Lazio-Sassuolo, a breve la conferenza stampa della vigilia di Ballardini

Davide Ballardini raggiungerà tra pochi minuti la sala stampa del Mapei Football Center per presentare …