mercoledì , 28 Febbraio 2024
precedenti sassuolo-salernitana
foto: ussalernitana1919.it

Non è più domenica – Sei squadre in 11 punti: sarà una volatona per respirare la salvezza

Articolo di Giovanni Pio Marenna

Nella giostra di questo pazzo pazzo pazzo campionato, che disegna un arco che va dalla vittoria agli Europei alla seconda esclusione consecutiva dai Mondiali, il grande gioco dell’oca, se da una parte ha stabilito definitivamente che la questione di testa sarà un affare a due targato MI (vittoriosa nel doppio confronta con le targhe della capitale), dopo il suicidio assistito del Napoli ad Empoli, la questione di coda ha ricominciato a mescolare le carte e ad incrociarsi.

La Salernitana di Nicola, della peggior difesa e del terzo peggior attacco, che sembrava ormai spacciata, ha messo le ali ai piedi con ben 3 vittorie consecutive in una settimana. A Genova, a Udine e, domenica, in casa contro la blasonata Fiorentina, che veniva da una spinta pazzesca delle ultime prestazioni. Un’impresa la voglia dei granata di tentare il tutto per tutto nel rush finale. Un’impresa possibile visto che il Cagliari, quart’ultimo, ora è a 3 punti e i granata hanno ancora una gara da recuperare il 5 maggio contro il Venezia, che sembra adesso la prima destinataria della retrocessione.

Dove gli incroci, dicevamo, non mancheranno. Sei squadre in 11 punti, e il primo scontro diretto all’ultimo minuto c’è stato proprio in questa giornata con Genoa-Cagliari. Anzi, all’ultimo secondo. Il gol-partita di Badelj è arrivato all’89, riportando calcisticamente in vita i rossoblu di Blessin e trascinando giù per i pantaloni i sardi guidati da Mazzarri, a soli 3 punti dallo stesso Genoa e dalla Salernitana. Una boccata d’ossigeno in una sfida lottata fino al gran finale amarissimo per il Cagliari. Molto attente dovranno stare lo Spezia di Thiago Motta e la Sampdoria di Giampaolo. La prima ha perso le ultime due, ma ha ancora un discreto margine di vantaggio sul terzultimo posto. Vietato commettere passi falsi nelle prossime gare (Lazio e Atalanta le prossime due non lasciano tranquilli), se non vuole rischiare di vivere un finale di stagione sul filo del rasoio e con la spada di Damocle sulla capoccia.

I blucerchiati anche, che non vincono dallo scontro diretto dello scorso 20 marzo a Venezia, sono in piena corsa per la salvezza e alla prossima fermata li attende il derby con il Genoa, che aprirà una serie di sfide proibitive (Lazio e Inter in trasferta e Fiorentina in casa) che agita l’ambiente sampdoriano. Se continuerà il loro trend negativo, ci sarà molto poco da stare serene per entrambe.

Seguici anche su Instagram

COPPIA FISSA MILANESE. Nell’altra coppia, quella di testa, le due contendenti adesso non perdono un colpo e sembrano “controllarsi” i propri passi a vicenda, giornata dopo giornata. Il recupero della squadra di Inzaghinho al Dall’Ara di Bologna diventa sempre più decisiva. In caso di successo i nerazzurri ritroverebbero, insperatamente, la testa della classifica 81 giorni dopo l’ultima volta. Quasi 3 mesi in cui è praticamente successo di tutto in questa giostra. Su e giù, passando per molti scivoloni inaspettati e frenate improvvise. Il Milan sta dimostrando una personalità forte e decisa, quella di non volersi rassegnare ad una pagina, l’ennesima in questa stagione, che sembra già scritta, sottoscritta, firmata e timbrata. Ci ha abituato a capovolgimenti di rotta questo campionato! Anche perché, se dovesse essere confermata quella che porta alla cucitura dello scudetto sul vestito nerazzurro, non va dimenticato che non sarà stato solo per un merito dei vincitori, ma anche per i demeriti dei tanti punti persi dalle altre. Juventus compresa, che nel posticipo serale in grossa sofferenza ha avuto la meglio sul Sassuolo con Dybala e Kean. E’ ad un punto dal terzo posto e ha allungato il passo sulla Roma. A proposito di pezzi persi per la strada. Pezzi di strada. Pezzi di briciole smarrite.

Leggi anche > LE DICHIARAZIONI DI CARNEVALI DOPO LA SCONFITTA CONTRO LA JUVE

highlights sassuolo-juventus 1-2
foto: Juventus.com

Riguardo Redazione

La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

calciomercato sassuolo live

Focus CS – Dionisi, Bigica e quei trend negativi da invertire

Da Empoli all’Empoli. L’ironia della sorte ha voluto che l’avventura alla guida del Sassuolo di …