mercoledì , 25 maggio 2022
Home / Le altre di A / Non è piú domenica: a 7 dalla fine chi sorriderà delle 3 in testa?
calhanoglu inter gol esultanza
foto: inter.it

Non è piú domenica: a 7 dalla fine chi sorriderà delle 3 in testa?

articolo di Giovanni Pio Marenna

Probabilmente già saprete tutti i possibili incroci, intrecci, dati, pronostici, up e down statistici degli ultimi 100 giorni, accavallamenti di risultati e punti in questa pazza pazza corsa a 3 che, a meno di sconvolgimenti improvvisi, è destinata a rimanere tale da qui alle prossime 7 giornate che ci separano dalla conclusione del campionato.

Aveva già sorriso in anticipo l’Inter, senza fare i conti con la sua crisi di benzina nelle gambe e nella testa. Stava quasi per sorridere di nuovo il Milan, soprattutto dopo aver avuto la meglio in entrambi gli scontri diretti contro nerazzurri e azzurri. Ma sono decisamente troppi i 12 punti persi in partite contro squadre di metà classifica. Il Bologna di Mihajlović, che lo ricordiamo dovrà affrontare anche l’altra Milano, in quel recupero che l’Inter ha ancora a disposizione tra le cartucce da sparare, ha rimesso tutto in discussione, spogliando i rossoneri delle proprie nuove certezze acquisite e costringendoli al pari. E pensando già adesso agli emoticon da utilizzare, come messaggio di fine torneo, le ipotesi potrebbero essere varie.

Leggi anche > RASPADORI: PRONTO IL RINNOVO FINO AL 2026

In caso di arrivo a pari punti tra due delle tre, schiaccerebbero sul display la faccina col sorriso sornione: tra Milan e Inter, la squadra di Pioli per merito della vittoria nel derby di ritorno; tra Napoli e Inter, la squadra di Inzaghi per via della vittoria nel match d’andata a Milano; tra Milan e Napoli (attualmente prima e seconda), con gli scontri diretti vinti in trasferta uno per ciascuno, andrà considerata la differenza reti, prima, i gol realizzati, poi, il sorteggio infine (a quel punto la soluzione più antisportiva di tutte: non sarebbe auspicabile una gara secca, tipo una finale con eventuali supplementari e rigori?).

Nel caso, non così impensabile in verità, che la “cosa a 3” finisca effettivamente avvinghiata fino alla fine a 3, con le squadre agli stessi punti, verrà valutata la classifica avulsa (che tiene conto, per le formazioni coinvolte, solo degli scontri diretti disputati tra di loro). Classifica questa che incoronerebbe il Milan campione d’Italia con 7 punti e un +1 come differenza reti, l’Inter con 5 e uno 0 e il Napoli con 4 e un -1. Una benedizione per Ibra, Giroud e compagnia, che difatti, da questo punto di vista, hanno una possibilità in più di trionfare. Alla Torino granata, alla Fiorentina delle grandi imprese e al Verona dei miracoli il compito, nel prossimo turno, di provare a mescolare ancora una volta le carte. Scombinando i piani dei 3 tenores. Emoticon con faccine meravigliate cercasi nuovamente. Perché le sorprese potrebbero non essere ancora finite. E gli imprevisti dietro l’angolo anche.

Seguici anche su Instagram

foto: acmilan.com
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

sampdoria-sassuolo giampaolo

Non è più domenica: il cerchio sulle montagne russe della salvezza si allarga, Samp e Spezia tremano

articolo di Giovanni Pio Marenna Se nessun movimento tellurico ha sconvolto la Milano calcistica al …