mercoledì , 21 Febbraio 2024
mapei stadium libro
foto: sassuolocalcio.it

Mapei Stadium, lo Stadio che si apre alla cultura: la presentazione del libro

“In questo volume abbiamo cercato di raccontare la storia e la fascinazione dello stadio, uno tra i più grandi edifici d’aggregazione concepito dall’uomo”. Con queste parole Simona Giorgetta, amministratore unico di Mapei Stadium, spiega l’intenzione che ha portato alla realizzazione del libro: “Mapei Stadium. Lo stadio si apre alla cultura”.

Un volume edito da Marsilio Arte, curato dalla giornalista Valentina Pigmei che, attraverso le immagini di Filippo Vinardi e i contributi di storici, sociologi, progettisti ed altri esperti, solo in pochi casi appartenenti al mondo del calcio, celebra lo stadio come spazio della comunità ancora prima che luogo di sport.

Il Mapei Stadium – Città del Tricolore diventa così l’emblema di questi grandi edifici di aggregazione, a volte integrati con iniziative commerciali o di intrattenimento, che spesso si animano solo in occasione delle partite, proponendo un nuovo modello di apertura al territorio e alle persone attraverso iniziative culturali.

Il manifesto di questa nuova apertura campeggia in copertina: l’opera All together now, dell’artista di origini reggiane e fama internazionale Olimpia Zagnoli, installata al centro della facciata ovest. Un’illustrazione stilizzata, quasi un pattern, che rappresenta una curva di persone che cantano e gridano la loro passione come in un coro, trasmettendo un senso di inclusione e gioia dello stare insieme.

È sempre Olimpia Zagnoli a chiudere il libro, come in un cerchio, raccontando l’ispirazione della sua opera: un video degli anni Sessanta nel quale i tifosi della squadra del Liverpool cantano all’unisono She loves you dei Beatles. Da qui l’idea di rappresentare anche all’ingresso dello stadio di Reggio Emilia “Un invito a cantare meno slogan d’odio e più canzoni d’amore”.

Al centro ancora lui: lo stadio. Casa delle squadre, nuova cattedrale dove si celebrano i più diversi riti della comunità, spazio senza barriere aperto a tutti e, da quest’anno, anche contenitore e promotore di eventi culturali che apre le porte alle persone e alla città.

Riguardo Gabriele Boscagli

Deluso dalle big fin dalla giovanissima età, si è affezionato al Sassuolo e non lo ha più lasciato. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

junior tim cup sassuolo

La Junior TIM Cup | Keep Racism Out riparte dal Mapei Football Center di Sassuolo

E’ iniziata da Sassuolo la Junior TIM Cup | Keep Racism Out, torneo giovanile calcio a …