domenica , 27 Novembre 2022
Alessio Dionisi

Luca, padre di Alessio Dionisi: “Mai lo avrei immaginato dov’è ora. A mio figlio dissi: ‘Sei matto?'”

Luca Dionisi, padre del tecnico neroverde Alessio, ha concesso un’intervista al portale di Gianluca di Marzio, raccontando una serie di dettagli sul figlio e la sua carriera: “Sono un appassionato di calcio da sempre. Vederlo vincere prima con la Juve e poi col Milan è un’emozione inimmaginabile. Di solito lo seguo sempre, ma a Torino non c’ero ed è andata bene. Per scaramanzia ho evitato pure San Siro. Ho organizzato un pranzo a casa insieme a otto amici. Se con il Napoli sarò allo stadio? Beh, non saprei. Alla fine non c’è due senza tre”.

Tanta gavetta per mister Dionisi: “Mio figlio ha iniziato ad allenare nel 2014 in Serie D, all’Olginatese, aveva 34 anni e lo rimproverai: ‘Ma che sei matto? Gioca finché puoi. Vuoi fare il precario a vita?’. Anche io ho allenato fino all’Eccellenza e sapevo quanto fosse difficile farlo nelle serie minori. Tanti esoneri, spesso non ti pagano. Ma lui insisteva: ‘Babbo, voglio farlo. Me lo sento dentro’. Se sei contento così… gli dissi. Mai lo avrei immaginato dove è ora”.

Luca Dionisi fu uno dei primi a marcare Maradona in Italia: “Giocavo nella Neania Castel del Piano, ogni estate sul Monte Amiata venivano in ritiro le grandi della Serie A e noi le affrontavamo in amichevole. Dal Cagliari di Fonseca all’Inter. Dalla Lazio di Laudrup al primo Napoli di Maradona. Perdemmo 13 a 1, da terzino dovevo marcare Diego che ovviamente ne fece 4: ‘Ma che ci fai in prima categoria?’ mi chiese comunque a fine partita. Non me la cavavo male, non buttavo mai via la palla, la giocavo sempre. Ero un difensore moderno. In risposta presi un pennarello e mi feci autografare il braccio. Non me lo lavai per due settimane. Alessio aveva quattro anni. Il primo regalo che gli feci fu un paio di scarpe da calcio, gliele avevo promesse. Non se le tolse mai, per tre giorni e per tre notti. Quando finalmente lo convinsi, aveva i piedi pieni di vesciche”.

Leggi anche > DIONISI: “CON IL NAPOLI DOVREMO DIMOSTRARE DI ESSERE CRESCIUTI”

alessio dionisi sassuolo napoli
foto: sassuolocalcio.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

intervista frattesi

Frattesi: “Dionisi ha cambiato modulo per me, la sua fiducia qualcun altro non me l’avrebbe data”

Davide Frattesi è stato intervistato da Cronache di Spogliatoio, in un’intervista a tutto tondo. Si …