sabato , 16 gennaio 2021
Home / Campionato / Letschert si presenta: “Italia il top per un difensore”
Timo Letschert
Timo Letschert (foto: sassuolocalcio.it)

Letschert si presenta: “Italia il top per un difensore”

Timo Letschert si è presentato quest’oggi ai microfoni di SassuoloChannel: il nuovo difensore del Sassuolo ha rilasciato un’intervista in lingua inglese. Ecco le sue parole:

“Sono cresciuto nelle giovanili dell’Ajax, con la quale ho debuttato in Eredivisie a 19 anni. Dopo due anni all’Utrecht, questa è la mia prima esperienza all’estero. Non vedo l’ora di iniziare. Tre gol nell’ultima stagione? Per me, fare gol è speciale, essendo un difensore. Ho fatto anche dei gran bei gol, spero di segnarne anche per il Sassuolo. Nazionale? Giocare per la propria nazione è sempre una cosa che ti rende orgoglioso: ho fatto 3 presenze nell’Under 21 olandese, sono stato chiamato anche per la Nazionale maggiore, con la quale devo ancora debuttare. Le mie caratteristiche? Difensivamente, prediligo l’aggressione dell’attaccante avversario, ma mi sento a mio agio quando c’è da giocare la palla in attacco. Penso di poter dare una mano alla squadra”.

Timo Letschert
Timo Letschert (foto: sassuolocalcio.it)

 

Perché il Sassuolo? Avevo offerte da tre club differenti, ho prediletto la squadra che più mi avrebbe dato l’opportunità di giocare e crescere. Per un difensore, giocare in Italia è il top: i migliori difensori del mondo sono italiani. Lucerna? Sono rimasto impressionato, uno dei motivi che mi hanno portato qui è l’opportunità di disputare l’Europa League. Sono rimasto colpito dalla facilità con cui i miei compagni hanno battuto una buona squadra come il Lucerna. Allenamenti? Il livello e la qualità sono alti, credo proprio di aver fatto la scelta giusta! Ambientamento? Abbastanza bene, i miei compagni e il mister mi stanno aiutando a superare le difficoltà legate alla lingua. Imparerò l’italiano: conosco già qualche parola, come “sali”, “fermo” e “scappa”. Obiettivi? Diventare importante per la squadra e migliorare come giocatore: questi sono i principali obiettivi. Numero 55? Il 5 è il mio numero fortunato, ma, essendo già occupato, ho preso il 55. Tra i miei compagni, Duncan sa parlare inglese molto bene: ho scambiato varie volte qualche battuta con lui. Stella Rossa? E’ un ottimo club, ma abbiamo tante possibilità di passare il turno. Conosco alcuni giocatori della Stella Rossa, non vedo l’ora di affrontarli. Esordio al Trofeo Tim? Non lo so, chiedete al mister”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

tabellino sassuolo-parma 0-1

Serie A, le probabili formazioni di Sassuolo-Parma: squalificato Obiang, in dubbio Locatelli

La clamorosa eliminazione dalla Coppa Italia per mano della SPAL deve essere dimenticata il prima …