sabato , 31 ottobre 2020
Home / Campionato / I numeri di Sassuolo-Spal 3-0: neroverdi che viaggiano con una media di 2,5 gol a partita

I numeri di Sassuolo-Spal 3-0: neroverdi che viaggiano con una media di 2,5 gol a partita

Se non fosse per il Napoli, il Sassuolo avrebbe il miglior attacco del campionato (insieme alla Roma) dopo 4 giornate… se il buongiorno si vede dal mattino, potremmo dire che si sia risolto in gran parte quel problema che incombeva da due stagioni a questa parte: la poca concretezza sottoporta, per i motivi più svariati, vuoi per sfortuna, per mancanza di peso in attacco o per caratteristiche dei singoli interpreti. Nelle ultime 2 stagioni (2017/2018 e 2018/2019) il Sassuolo ha totalizzato rispettivamente 29 e 53 gol con una media gol complessiva di 1,08 reti a partita. In queste prime 4 uscite di campionato i neroverdi hanno fatto centro 10 volte (media 2,5 gol a partita), trend che se continuasse, come si augura mister De Zerbi, potrebbe significare rosee aspettative. Se invece si analizza i dati relativi ai gol nel complesso, si evince che a fronte dei 10 segnati, 7 sono quelli subiti: “Dato da migliorare”, parola del mister nel post-partita.

Leggi anche > SASSUOLO-SPAL 3-0: PRONTI A RECITARE UNA PARTE IN SERIE A, MA ORA SERVONO CONFERME

Neroverdi che salgono dunque all’ottavo posto in classifica raggiungendo quota 6 punti: 2 sconfitte esterne e 2 vittorie interne, fin qui il Mapei Stadium ha sempre portato i 3 punti. Berardi non segna ma sforna un assist al bacio per Ciccio Caputo e una prova stellare (De Zerbi: “La miglior prestazione di Berardi da quando alleno il Sassuolo”); Ciro Immobile si avvicina, ma Mimmo è ancora in testa alla classifica marcatori a quota 5.

Foto: Sassuolocalcio.it (Prima presenza stagionale per capitan Magnanelli)

De Zerbi sorprende ancora nello schieramento iniziale contro la Spal, tornando al vecchio 4-3-3 con Traorè ad agire nel ruolo di mezz’ala e Defrel come esterno d’attacco in un tridente che sulla carta farebbe paura a qualunque avversaria; il solo fatto che un giocatore come Boga stia faticando a trovare un posto da titolare la dice lunga. Al centro della difesa torna in auge Ferrari, visto l’infortunio rimediato da Marlon, ad agire insieme a Chiriches. Sugli esterni c’è la conferma di Peluso a sinistra e di Toljan sul settore opposto. Nella Spal sono tanti gli ex neroverdi a disposizione di Semplici: nell’undici titolare ritroviamo un pezzo di storia del Sassuolo come Simone Missiroli, ma anche Jasmin Kurtic e Federico Di Francesco; in panchina invece c’è Sergio Floccari.

Foto: Sassuolocalcio.it (Chiriches alle prese con l’ex Sergio Floccari)

Analizzando i numeri di questo derby emiliano, si registra un netto predominio del Sassuolo: 52% di possesso palla per la squadra di De Zerbi, dato poco significativo se non si tiene conto della pericolosità in fase di possesso. I neroverdi sono arrivati al tiro ben 17 volte (8 tiri nello specchio) contro le 8 della Spal (di cui 3 verso la porta). Consigli impegnato soltanto in 3 occasioni di cui una decisiva in termini di risultato, Berisha autore di 4 interventi nel corso del match. Sono 19 i falli commessi dai neroverdi, 14 quelli degli ospiti. Il Sassuolo colpisce un legno in occasione del Palo di Caputo, che segna la sua prima doppietta con la maglia del Sassuolo, propiziata da due assist al bacio provenienti dai piedi di Berardi e Defrel. Ammonizioni: Sassuolo 3, Spal 2; fuorigioco: Sassuolo 0, Spal 3. Partita infinita: il Var si rivela sempre più utile e determinante ai fini del risultato, anche se i 10 minuti di recupero concessi dal signor Mariani di Aprilia la dicono lunga sui tempi. Sono 2 in questo caso gli episodi incriminati: il terzo gol del Sassuolo, quello siglato da Duncan (sospetto fuorigioco), poi convalidato e il gol segnato da Murgia all’88’, annullato dopo ben 6 minuti per un millimetrico fuorigioco di Petagna.

Foto: Sassuolcalcio.it (Defrel in possesso del pallone, Di Francesco sullo sfondo)

Leggi anche: FOCUS ON PARMA-SASSUOLO : PRECEDENTI, CURIOSITA’, QUOTE SCOMMESSE, EX DELLA PARTITA E STATISTICHE

Ora il Sassuolo si appresta ad affrontare il turno infrasettimanale di mercoledì sera (ore 21:00) allo stadio Tardini, in cui farà visita ad un Parma indecifrabile, autore di un inizio di stagione altalenante in termini di prestazioni; ciò rende il secondo derby emiliano consecutivo ancor più interessante. Partita nelle corde di un Sassuolo che farebbe bene a mettere punti in cascina in vista della difficile sfida di sabato prossimo (3 partite nel giro di 7 giorni), quando al Mapei Stadium arriverà l’Atalanta di Gasperini, reduce da un ottimo pareggio (strappato negli ultimi minuti) contro la Fiorentina.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Andrea Manderioli

Andrea Manderioli
La favola del Sassuolo lo ha fatto appassionare al calcio. Possiede un archivio personale di dati statistici da lui raccolti e organizzati sul Sassuolo dell'era Mapei. Blogger e collaboratore presso un giornale locale con la passione di raccontare il mondo neroverde anche attraverso i numeri.

Potrebbe Interessarti

Roberto De Zerbi

De Zerbi in vista di Napoli-Sassuolo: “Tirare fuori il coraggio nelle difficoltà”

Non è un segreto che le molte assenze per infortunio e per Covid abbiano falcidiato …