lunedì , 30 marzo 2020
Home / Campionato / I numeri di Sassuolo-Roma 4-2: crolla il tabù, battuta la Roma per la prima volta

I numeri di Sassuolo-Roma 4-2: crolla il tabù, battuta la Roma per la prima volta

Al Sassuolo mancava solamente una big da battere, e questa era la Roma. Da quando i neroverdi militano in Serie A, sono stati capaci di battere una volta la Juventus, 4 il Milan, 7 l’Inter, 2 la Lazio, una il Napoli e 3 la Fiorentina. Da ieri si può affermare che il Sassuolo ha battuto (almeno una volta) tutte le grandi della Serie A. Una vittoria storica per il Sassuolo, non solo perché è la prima contro i giallorossi capitolini, ma anche per il raggiungimento delle 250 partite in Serie A. Quel che i ragazzi di De Zerbi hanno messo in mostra ieri sera ai presenti al Mapei Stadium è una verve e un carattere che nel girone d’andata si sono visti col binocolo. Prestazione maiuscola da parte di tutti: un Caputo sontuoso si riscatta con una doppietta dopo una striscia di partite opache, che non lo hanno visto tra i protagonisti; un Djuricic che ha fatto scordare a tutti la discontinuità degli anni scorsi, il serbo è ormai una certezza; un Berardi chirurgico nei servizi e geniale nelle idee; un Boga incontenibile dagli avversari, ingenuo sul rigore concesso, ma che si fa perdonare dopo un solo minuto con una perla delle sue.

Leggi anche > SASSUOLO-ROMA 4-2: LA MIGLIOR PARTITA DELLA STAGIONE

Foto: Sassuolocalcio.it (L’esultanza dopo il gol di Djuricic)

Un dato curioso e meritevole di menzione è senza dubbio il risultato dell’andata: Roma – Sassuolo 4-2. Era il 15 settembre e allo stadio Olimpico, dopo poco più di mezz’ora, un Sassuolo in blackout totale era già sotto di 4 gol. Nella ripresa Berardi siglò la personale doppietta alimentando le speranze di riaprire un match che pareva già compromesso. Al ritorno i neroverdi hanno restituito il colpo ai giallorossi, ripagati con la stessa moneta. Ieri sera, dopo mezz’ora, il Sassuolo era già avanti di 3 reti. La Roma accorcia le distanze ad inizio ripresa grazie al gol di Dzeko, il 100° in Serie A con la maglia della Roma per il centravanti bosniaco, con al braccio la fascia di capitano ereditata da Florenzi. A un quarto d’ora dalla fine un netto fallo di mano in area di Boga regala l’opportunità dal dischetto per gli ospiti: l’ex Fiorentina Veretout non fallisce e segna il 2-3. Neanche il tempo di imbastire l’assedio finale, che per i giallorossi arriva la doccia fredda: Boga tira fuori dal cilindro un’altra delle sue perle, un gol bellissimo che vale 3 punti.

Foto: Sassuolocalcio.it (Il gran destro a giro di Boga, che termina sotto l’incrocio)

Curiosità > Rientra Ferrari in seguito all’infortunio alla caviglia che lo ha tenuto fermo nelle ultime gare, così come Defrel, che trova spazio negli ultimi minuti di gara; due recuperi fondamentali per De Zerbi. Chiuso il mercato di gennaio:  il Sassuolo saluta una delle colonne portanti della squadra degli ultimi 5 anni: Alfred Duncan (destinazione Firenze). Mercato che porta di nuovo in neroverde, dopo l’esperienza infelice a Brescia, il centrale difensivo reggiano Giangiacomo Magnani (in campo nel secondo tempo). Al Sassuolo arrivano inoltre l’esterno d’attacco ex Parma Lukas Haraslin (slovacco classe ’96 proveniente dal Lechia Danzica) e in prospettiva Emiliano Gomez dall’Uruguay (attaccante classe 2001 in prestito dal Boston River). Ex della partita: Lorenzo Pellegrini (54 presenze e 11 gol con la maglia del Sassuolo), espulso nel corso del 2° tempo per doppia ammonizione, Grégoire Defrel (allenato da Di Francesco in giallorosso nella stagione 2017-18, 20 presenze e 1 gol). Fin qui il Sassuolo aveva raccolto soltanto un punto in casa contro la Roma. Caputo raggiunge la doppia cifra in campionato: 10 gol per colui che è momentaneamente il miglior marcatore del Sassuolo.

Foto: Sassuolocalcio.it (Si rivede in campo Defrel, ex della partita)

I numeri del match > Possesso palla pressoché equilibrato: Roma 52%, Sassuolo 48%. Sassuolo che tiene benissimo il campo per tutto l’arco della gara, senza mai farsi schiacciare nella propria metà campo. Sono 11 i tiri totali per il Sassuolo, 15 quelli della Roma (9 nello specchio della porta per entrambe). Consigli deve compiere 6 interventi di cui 2 decisivi ai termini del punteggio, 5 le parate di Pau López. Impietoso il dato sulle occasioni da gol: 9 per il Sassuolo, 4 per la Roma. Un palo colpito dai giallorossi. Un assist a testa per i due terzini neroverdi (Toljan e Kyriakopoulos), così come per Djuricic e Berardi; per la Roma l’assist è di Pellegrini. Fuorigioco: Sassuolo 2, Roma 1; corner: Sassuolo 5, Roma 11; ammonizioni: Sassuolo 1, Roma 5; Espulsioni: Sassuolo 0, Roma 1.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Andrea Manderioli

Andrea Manderioli
La favola del Sassuolo lo ha fatto appassionare al calcio. Possiede un archivio personale di dati statistici da lui raccolti e organizzati sul Sassuolo dell'era Mapei. Blogger e collaboratore presso un giornale locale con la passione di raccontare il mondo neroverde anche attraverso i numeri.

Potrebbe Interessarti

Cosa ne sarà di questa Serie A 2019/2020

L’emergenza coronavirus ha messo in ginocchio praticamente tutti. Anche il mondo di quello sport che, …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi