mercoledì , 22 maggio 2019
Home / Campionato / I numeri di Sassuolo-Atalanta 2-6: necessità di ridimensionamento

I numeri di Sassuolo-Atalanta 2-6: necessità di ridimensionamento

Il Sassuolo giunge al giro di boa del campionato con 25 punti all’attivo, chiudendo il girone d’andata ed il proprio 2018 all’11° posto in classifica. Dopo un inizio promettente nel quale i neroverdi hanno portato a casa 13 punti in 6 giornate, da fine settembre, ossia nelle ultime 13 giornate, sono soltanto due le vittorie.  Da allora sono zero le vittorie tra le mura amiche. La maledizione del Mapei Stadium colpisce ancora: nel pomeriggio di ieri, in quello che a tutti gli effetti era uno scontro diretto per l’Europa, l’Atalanta di Gasperini ha inflitto una lezione pesantissima al peggior Sassuolo della Stagione, battendolo con un rotondo 2-6. I neroverdi escono dunque profondamente ridimensionati dal trittico di scontri diretti concentrati nell’arco della settimana natalizia pre-sosta (contro Torino, Roma e Atalanta): un solo punto, due sconfitte pesanti condite da prestazioni più che opache, 3 posizioni perse in classifica e soprattutto 10 gol subiti (4 quelli segnati) che denotano preoccupanti lacune in fase difensiva. Una serie di risultati e prestazioni che devono far riflettere in termini di obiettivi: l’Europa è ancora alla portata, ma la concorrenza è fitta e agguerrita, per puntarvi serve assolutamente qualcosa in più, e forse anche un piccolo sforzo in sede di mercato. Per la prima volta da inizio stagione i gol subiti (32) superano i gol segnati (30).

Foto: “Il Giorno” (Marlon alle prese con Barrow)

L’Atalanta non è di certo l’avversario preferito del Sassuolo già dai tempi della Serie B 2010-2011 (2 sconfitte), per non parlare dei 3 precedenti in Coppa Italia nei quali i neroverdi non l’hanno mai spuntata. In Serie A sono 11 i precedenti contro i bergamaschi: 5 sconfitte (di cui 3 in casa), 4 pareggi e 2 sole vittorie (12 gol segnati e 20 subiti).

La partita di ieri vede nel complesso una netta supremazia sul piano fisico degli ospiti, capaci di spegnere sul nascere i timidi tentativi di marca neroverde nel primo tempo grazie ad un pressing asfissiante. Nella ripresa il Sassuolo trova coraggio e accorcia le distanze per ben due volte con la prima doppietta di Duncan da quando veste la maglia del Sassuolo. Il centrocampista ghanese raggiunge quota 4 gol stagionali (di cui uno in Coppa Italia), un record per lui in Serie A. Sono 6 in totale le reti ufficiali messe a segno dal numero 32 del Sassuolo in carriera. Al 56° rientra Boateng dopo uno stop di 7 partite per infortunio facendo subito la differenza (un assist). La partita diventa più aperta che mai nel finale ma la fragilità difensiva del Sassuolo spalanca le porte al dilagare dei nerazzurri. Ne scaturisce un 2-6 che deve far riflettere. Soltanto una volta il Sassuolo ha incassato 6 reti in campionato, l’unico precedente è un Lazio-Sassuolo 6-1 di un anno fa. Si tratta della 6^ volta in cui il Sassuolo incassa almeno 5 reti in una sola partita da quando milita in Serie A.

Foto: Calcioweb (Alfred Duncan, autore di una doppietta)

Veniamo ora ai numeri della partita che, come spesso accade, lasciano spazio a qualche sorpresa. Il possesso palla è ad appannaggio degli ospiti, che comandano con un netto 59%. Il primo dato curioso è quello relativo alle parate effettuate dai portieri: 2 quelle di consigli e 6 quelle di Berisha, ma ancor più sorprendente è che le squadre hanno effettuato lo stesso numero di conclusioni (13), per il Sassuolo 8 nello specchio della porta, uno in più per l’Atalanta (per l’Atalanta si può dire che le occasioni da gol siano 12, soltanto 6 per il Sassuolo). Sono 10 per entrambe le squadre sia i falli subiti che quelli commessi. Corner: Sassuolo 1, Atalanta 8; Palle perse: Sassuolo 25, Atalanta 21; Palle recuperate: Sassuolo 22, Atalanta 17.

Leggi anche: DUNCAN DOPO SASSUOLO-ATALANTA 2-6: “DUE GOL INUTILI. CHIUDERE L’ANNO COSI’ NON E’ FACILE”

La sosta non poteva arrivare in un momento più opportuno, il Sassuolo ha bisogno di riordinare le idee e di recuperare le energie, sperando nel pieno recupero degli infortunati, in primis Marlon, infortunatosi nel corso della partita di ieri. Il prossimo impegno ufficiale per i neroverdi sarà il 13 gennaio al San Paolo contro il Napoli, dove verranno disputati gli ottavi di finale di Coppa Italia, incontro ricco di stimoli in attesa della ripresa del campionato il 19 gennaio, che vedrà il Sassuolo affrontare l’Inter a San Siro, partita mai banale, e chissà che Squinzi non debba trovare ulteriore spazio nella parete del suo ufficio…

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Andrea Manderioli

Andrea Manderioli
La favola del Sassuolo lo ha fatto appassionare al calcio. Possiede un archivio personale di dati statistici da lui raccolti e organizzati sul Sassuolo dell'era Mapei. Blogger e collaboratore presso un giornale locale con la passione di raccontare il mondo neroverde anche attraverso i numeri.

Potrebbe Interessarti

I numeri di Sassuolo-Roma 0-0: primo punto al Mapei contro i Giallorossi

Non crolla il tabù, il Sassuolo neanche quest’anno riesce ad ottenere i tre punti contro …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi