sabato , 24 luglio 2021
Home / Notizie Neroverdi / È il Sassuolo la squadra italiana più virtuosa secondo il CIES
sassuolo cies

È il Sassuolo la squadra italiana più virtuosa secondo il CIES

Altro record per il Sassuolo: dalla classifica stilata dal CIES (l’osservatorio del calcio internazionale) emerge che la gestione societaria neroverde, in Italia, sia quella più sostenibile.

In base all’età, alle cifre e alla durata residua del contratto dei giocatori, il CIES ha generato un rating di gestione, collegato al livello di sostenibilità, delle 98 squadre dei cinque principali campionati europei (sommando i valori di ogni giocatore di una squadra si ottiene un indicatore che riflette il livello di sostenibilità). Numeri che, per il CIES, descrivono la salute di una squadra (collegati anche alle prestazioni).

Leggi anche > Rinnovo De Zerbi: in settimana incontro con Carnevali, due le alternative

foto: Getty

Ad aprire la classifica sono le squadre inglesi e spagnole: davanti c’è il Manchester United, seguito da Real Sociedad, Athletic Bilbao, Tottenham, Manchester City, Liverpool, Southampton, Barcellona e Atletico Madrid. Più indietro le squadre italiane: la sorpresa, però, è che al primo posto si piazza il Sassuolo, 29esimo in Europa, poi il Milan, al 50esimo posto, la Juventus, al 58esimo, e l’Inter, al 59esimo. A chiudere la classifica è invece il Genoa, considerata la società meno sostenibile d’Europa.

Unisciti al nostro canale Telegram!

Non avevamo dubbi sulla lungimiranza della famiglia Squinzi, rappresentata egregiamente da Giovanni Carnevali, questi dati fanno ben sperare per il futuro, ci dicono che il Sassuolo è una società che sa guardare avanti.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da CIES Football Observatory (@cies_football)

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Cristian Casali

Non sono mai stato un vero appassionato di calcio, di quelli che battezzano una squadra e se la portano dietro fino alla bara. Guardavo qualche partita qua e là, preferivo ascoltarmi un cd. Ma poi è arrivato il richiamo del Sassuolo, il ranocchio che diventa principe, così mi sono detto "proviamo". Ho iniziato a seguire la squadra allo stadio, e ora non riesco più a farne a meno. Sono stato catapultato involontariamente in questo mondo, sono diventato un tifoso. E poi adesso, grazie al Sassuolo, mi sento un po' principe anch'io.

Potrebbe Interessarti

amichevoli sassuolo

Amichevoli Sassuolo: annunciati i match con Parma e Vicenza

Nella giornata di oggi il Sassuolo di mister Dionisi giocherà l’ultima amichevole del ritiro di …