sabato , 8 Ottobre 2022
dionisi presenta juventus sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Dionisi presenta Venezia-Sassuolo: “E’ la gara per dimostrare se siamo maturati o se siamo ancora schiavi dei nostri difetti”

In conferenza stampa, Alessio Dionisi ha presentato la gara di domenica con il Venezia. Dionisi ha parlato sia della recente gara con la Fiorentina ma ha anche voluto lanciare un messaggio importante alla squadra. Queste le parole del mister neroverde ai microfoni di Sassuolo Channel.

Leggi anche > Focus on Venezia-Sassuolo: precedenti, curiosità, statistiche, quote scommesse e highlights dell’andata 

La gara con il Venezia: “E’ la partita per dimostrare se siamo cresciuti, se siamo un po’ maturati o invece siamo ancora schiavi dei nostri difetti, che sono quelli di trovare grandissime motivazioni nelle partite di cartello e un pochino meno in partite determinanti. Per me sarà una partita determinante per il nostro campionato: ci siamo messi alle spalle qualche squadra e veniamo da un trend positivo. L’ambizione è quella di continuare. Per caratteristiche, il Venezia è la squadra perfetta per metterci in difficoltà: hanno forza, velocità e intensità. E’ una squadra molto verticale che anche all’andata ci ha messo in difficoltà. Non a caso, nelle due partite con il Torino noi abbiamo faticato, mentre loro hanno fatto quattro punti. Non vincono in casa da un po’, ma hanno vinto a Torino due partite fa. E’ una squadra che deve guadagnarsi sul campo la salvezza e secondo me sta facendo il campionato che speravano di fare. Sappiamo che per loro domenica sarà una partita importante. Dobbiamo andare con la testa giusta perché lo sarà anche per noi“. 

Il sostituto dello squalificato Maxime Lopez: Matheus Henrique può sicuramente esserlo. Gli ultimi allenamenti diranno chi giocherà. E’ in una buona condizione e ha già dimostrato di poter far bene all’interno di questa squadra. Potrà avere una possibilità maggiore domenica e chissà che da una possibilità se ne creeranno altre. Se giocherà, giocherà in un centrocampo a due. Come ho già detto altre volte, sia per caratteristiche che per qualità, che delle volte perché siamo obbligati, possiamo giocare sia a due che a tre. Dobbiamo essere duttili e bravi. Per un giocatore arrivato da poco non è facile riuscire a essere molto elastico per giocare in un centrocampo a due o a tre perché a livello tecnico di qualità del gioco e a livello difensivo la richiesta è diversa. Matheus è molto intelligente, ambizioso e sta dando moltissima disponibilità”. 

Su Defrel: “Oggi non si allena più a parte. Non ha avuto praticamente niente, l’allenamento a parte è stata più una scelta precauzionale. E’ bello carico e motivato. L’ho ritrovato con il sorriso e sono felice di questo perché era da tanto che cercava quello che ha trovato con la Fiorentina. Se lo meritava da tanto”. 

Il campionato inizia ad entrare nelle fasi calde: “Non era pacchia prima e non sarà pacchia da domenica. In questo momento, le squadre che vogliono il risultato lo ottengono molto di più rispetto alle squadre che mettono qualità ma non hanno le stesse motivazioni. La Salernitana viene da un trend di quattro partite senza sconfitte, il Venezia ha vinto a Torino dove noi abbiamo strappato un punto all’ultimo minuto e forse neanche meritato. La classifica e i risultati danno consapevolezza, ma se sfociano in presunzione il gap si riduce e diventa difficile recuperare una partita”.

dionisi presenta venezia sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Su Traorè: “Junior è cambiato nella testa. Le qualità sono indiscutibili e si vedono anche in allenamento. Però non l’ho mai trovato continuo in allenamento ed è questo il motivo per il quale Junior non abbia mai trovato continuità e nelle scelte. Se Junior è stato scelto, il merito è suo. Il mister deve cercare di metterlo nelle condizioni, ma se lui non si mette nelle condizioni per un allenatore è difficile entrare nella testa di un giocatore se chiude, se va in protezione. Da dicembre è cambiato e mi auguro che non cambi più perché ne va della sua carriera e delle sua ambizioni. Però non sottoscrivo ancora che non cambierà più perché è giovane e dovrà essere bravo a gestire i momenti positivi e quelli meno positivi”. 

L’ottimo momento vissuto dal Sassuolo: “Diciamo che quello che ti lascia di più è l’ultima partita, che è stata una grande soddisfazione per i ragazzi e di conseguenza per chi li allena e gestisce. Non dobbiamo fermarci a questo perché abbiamo “solo” battuto la Fiorentina“.  

Quali sono le sensazioni nel tornare da ex al Penzo? “Sono positive. Se oggi sono qua è anche merito del Venezia. Sicuramente mi aspetta un ambiente un po’ ostile nei miei confronti perché quando l’allenatore se ne va viene sempre etichettato. Ovviamente si sa solo una parte della verità. Per me è stata un’esperienza straordinaria, un gruppo di lavoro straordinario, ragazzi che non hanno mai mollato e mi hanno dato tanto. Spero di aver lasciato qualcosa. Ci torno con molto piacere e sarò felice di trovare ragazzi e dirigenti, con i quali ho condiviso una stagione difficile ma positiva”.

Su Aramu: “E’ un giocatore molto bravo e molto determinante nel Venezia. Quando si parla bene di un singolo vuol dire che dietro c’è sempre un gruppo di lavoro. Nel Venezia che ho allenato, ha fatto bene grazie ad una squadra. Se parlate di Aramu è perché dietro c’è un gruppo di lavoro importante. Lui ha doti importanti: imprevedibilità e qualità nel piede. Sta dimostrando che se la può giocar bene anche in Serie A“. 

La condizione della squadra: “Nella partita con la Fiorentina abbiamo speso e nei giorni successivi ci è voluto un pochino di più per riprendersi. Non siamo abituati a giocare tutti i giorni con squadre così forti, ma abbiamo recuperato mentalmente e fisicamente. Domani serve tutto contro una squadra forte: è sotto agli occhi di tutti che sia la squadra più in crescita e quella che stia facendo meglio per quelle che erano le aspettative”. 

Segui CS anche su Instagram! 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

diretta sassuolo inter

DIRETTA Sassuolo-Inter: cronaca e formazioni dal Mapei Stadium a partire dalle 14

Benvenuti sulla diretta di Sassuolo-Inter, gara valida per la 9^ giornata di Serie A. Il …