mercoledì , 17 Aprile 2024
dionisi dopo atalanta sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Dionisi post Atalanta-Sassuolo: “Dobbiamo rimanere dentro la partita per tutti i 90 minuti”

Quarta sconfitta nelle ultime cinque partite per il Sassuolo di Alessio Dionisi (la quinta consecutiva in trasferta in campionato), con appena un punto nel girone di ritorno. 

Il tecnico toscano, giunto alla 100esima panchina in A alla guida dei neroverdi, ha parlato ai microfoni di Dazn al termine di Atalanta-Sassuolo.

Inevitabilmente, la prima domanda non può che essere sull’episodio che ha spostato l’equilibrio mentale del match: il doppio rigore, ripetizione compresa, sbagliato da Pinamonti: “Dopo quell’episodio, – le parole del mister – il mio obiettivo all’entrata negli spogliatoi era portare la squadra “mentalizzata” sul secondo tempo, in quanto sarebbe stato inutile piangere sul latte versato. Eravamo partiti anche abbastanza bene nella seconda frazione, poi avevamo di fronte un avversario difficile da affrontare per chiunque in questo momento. Ci sono sia meriti loro che demeriti nostri. Sicuramente se avessimo concluso 1-1 i primi 45′ sarebbe stato diverso, anche se l’Atalanta avrebbe attaccato con forza comunque. Non siamo stati bravi sugli episodi e nel concedere linee di gioco che hanno permesso loro di distendersi, ma il passivo è pesante e ingeneroso. Contro una formazione di questo livello non posso solo guardare al risultato: avevamo 4 diffidati che hanno giocato e non hanno preso il cartellino e nel primo tempo abbiamo fatto bene”. 

Nella seconda frazione, la squadra non è entrata con lo stesso piglio del primo: “Sono d’accordo, è arrivato il momento di attaccarsi a tutto, sia agli episodi positivi che a quelli negativi trasformandoli in positivi. Non siamo rimasti dentro il match nella seconda parte in tutti i momenti, anche quando una palla sbagliata loro poteva essere una nostra ripartenza. Nel secondo tempo, penso abbiano influito sia l’episodio finale del primo sia la loro forza. Il terzo gol è fortunoso, anche se hanno avuto altre occasioni, e noi ci siamo abbattuti. Dobbiamo rimanere sempre in partita, con la consapevolezza che ci sono tante gare in una e che non finiscono mai”. 

Leggi anche > Le pagelle di Atalanta-Sassuolo

In un momento così delicato, solitamente ci si attacca ai giocatori di leadership e di esperienza: “Il gruppo a cui mi affido da questo punto di vista è quello storico, ma questo è un campionato diverso per loro e per me, anche se è il mio terzo anno qui. Tuttavia, abbiamo dimostrato che ci siamo dentro, perché fare un primo tempo del genere in questo stadio, con il coraggio che abbiamo messo in campo, non è da tutti, poi non è facile mantenerlo nel secondo perché loro hanno anche importanti alternative in panchina”.

Sulla sua posizione in panchina, Dionisi commenta: “Sinceramente sento la fiducia della società, siamo un blocco unito. Poi certe valutazioni le fa la società, altre l’allenatore. Ora arrivano le nostre partite con avversari del nostro livello e ci aspettano 14 finali che dobbiamo affrontare una alla volta. Come? Tirando fuori il massimo da ogni gara, non ripetendo gli errori del secondo tempo, per dare una svolta positiva alla stagione”. 

Seguici anche su Instagram

Riguardo Mattia Bannò

Potrebbe Interessarti

arbitro sassuolo lecce

Arbitro Sassuolo-Lecce: c’è Doveri. Precedenti e squadra arbitrale

Sarà il Sig. Daniele Doveri della sezione AIA di Roma 1 l’arbitro di Sassuolo-Lecce, gara …