martedì , 20 ottobre 2020
Home / Campionato / De Zerbi prima di Sassuolo-Sampdoria: “Preferisco affogare nell’oceano che nella vasca da bagno, non ho paura di alzare l’asticella”
foto: Enrico Bellei \ CanaleSassuolo

De Zerbi prima di Sassuolo-Sampdoria: “Preferisco affogare nell’oceano che nella vasca da bagno, non ho paura di alzare l’asticella”

In occasione di Sassuolo-Sampdoria, Roberto De Zerbi ha parlato in conferenza stampa, facendo riferimenti alla partita, al mercato e agli obiettivi stagionali del club neroverde.

Si parte dall’analisi della sconfitta della prima giornata: “A Torino abbiamo perso, ma abbiamo valori e sappiamo giocare. Abbiamo fatto tanto di buono. Dobbiamo capire cosa abbiamo sbagliato però. Siamo stati un po’ timidi e abbiamo sofferto il loro gioco aereo. Abbiamo buttato al vento qualche occasione per poca convinzione. Dobbiamo migliorare quello. Nel secondo tempo abbiamo creato tanto senza subire tantissimo. Quando arriviamo sulla tre quarti dobbiamo fare qualcosa di più. Mi riferisco a Traorè, Locatelli, Boga, Bourabia… È una cosa che ci succede spesso. Non so se è timidezza, poca convinzione o ancora mancanza di maturità. Ma è così che abbiamo segnato, il gol di Caputo è nato da un’azione articolata partita da dietro. Dimostra la qualità della squadra. Negli ultimi 25/30 metri dobbiamo migliorare in cattiveria”.

Leggi anche > SASSUOLO TRA LE SQUADRE PIÙ ESPERTE DELLA SERIE A: È NELLA TOP TEN

Il mister parla di mercato: Abbiamo una squadra molto forte e gli ultimi acquisti sono di livello molto alto. A Ferragosto è venuto fuori il nome di Defrel. Sono contento che lui e Chiriches siano arrivati, alzano l’entusiasmo e il sogno di poter fare qualcosa in più, per il loro spessore. Sono segnali che segnalano la voglia di alzare l’asticella come la permanenza di Berardi. Dobbiamo chiaramente trovare la quadra. Cercherò di mettere tutti i giocatori nelle posizioni a loro congeniali. Con l’infortunio di Rogerio a sinistra vedremo cosa fare e se arriva chi arriva. Ci sarà anche qualche uscita, perché numericamente siamo in troppi. Abbiamo qualità però. Abbiamo perso Demiral, che è una forza della natura, e anche Lirola. Ma abbiamo Chiriches e abbiamo recuperato Marlon. Toljan e Muldur hanno qualità e potere fisica. A centrocampo abbiamo perso lo strepitoso Sensi ma abbiamo messo Obiang e Traorè. Locatelli è più maturo. Davanti abbiamo perso Boateng ma Caputo e Defrel sono certezze”.

Immancabile la domanda sugli obiettivi: Io non ho paura di alzare l’asticella, magari alzando l’undicesimo posto dell’anno scorso, anche se gli altri si sono rinforzati. Potrebbe essere un obiettivo. Non mi nascondo dietro un dito. Preferisco affogare nell’oceano che nella vasca da bagno. Ho sempre puntato al massimo nelle squadre dove ho allenato, anche quando non ho avuto l’organico che ho qua. Dobbiamo capire però che tipo di campionato sarà, ma sembra più difficile che l’anno scorso”.

Leggi anche > L’ARBITRO DELLA GARA È PAIRETTO: ECCO PRECEDENTI E SQUADRA ARBITRALE

Il mister parla anche dei suoi uomini e del gioco che intende fare: “Duncan sta bene ed è a disposizione. Vediamo se dall’inizio o se entrerà. È un recupero importante. Bourabia è un po’ acciaccato. Magnanelli è ancora fuori dal gruppo. Ma a centrocampo abbiamo tante soluzioni di qualità che ci permettono di sopperire alle assenze. Ora vedremo come farli giocare. Traorè non è ancora nei meccanismi di squadra come gli altri. Di Boga è difficile fare a meno, ma io a lui chiedo sempre di più di ciò che sta dando”.

Poi, si parla delle parole al veleno pronunciate da Magnani nei giorni scorsi (“De Zerbi e Corini sono tanto diversi e mi auguro continuino a rimanere tali. De Zerbi è un ottimo allenatore, ma non sempre e non con tutti si può essere grandi amici“), al quale il mister risponde così: “Magnani sa bene il motivo per cui non è stato confermato da me. Gli auguro il meglio, gioca nella squadra della mia città. Mi auguro che faccia un buon campionato. Non gli porto rancore”.

Leggi anche > SASSUOLO-SAMPDORIA: PRECEDENTI E CURIOSITÀ

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

sassuolo torino tabellino

Serie A, biglietti Sassuolo-Torino: da oggi la prevendita sul sito del Sassuolo

E’ aperta dalle 15 di oggi la prevendita dei biglietti per assistere a Sassuolo-Torino, match …