martedì , 11 maggio 2021
Home / Interviste / De Zerbi dopo Sassuolo-Torino 3-3: “Non dobbiamo sentire la pressione della classifica”
de zerbi sassuolo-udinese 0-1
Sassuolo's head coach Roberto De Zerbi  gestures uring the Italian Serie A soccer match US Sassuolo vs Udinese Calcio at Mapei Stadium in Reggio Emilia, Italy, 02 August 2020. ANSA /SERENA CAMPANINI

De Zerbi dopo Sassuolo-Torino 3-3: “Non dobbiamo sentire la pressione della classifica”

Una serata nebbiosa regala ai tifosi neroverdi una partita vissuta al cardiopalma. Al Mapei Stadium Sassuolo-Torino termina 3-3. A margine di questa gara Mister Roberto De Zerbi ha commentato questa gara ai microfoni di Sky Sport, ecco le sue parole: “Oggi non abbiamo rubato nulla. Lo avevo detto contro il Bologna e lo ribadisco anche questa sera. La partita la abbiamo fatta sempre noi. Non abbiamo mollato mai e giocare in questo modo vuol dire che abbiamo grande fiducia nel nostro gruppo. Oggi non siamo stati sciolti, abbiamo sentito la pressione della classifica alta. Penso sia un aspetto normale. Ieri ho parlato di non avere ansia: questo è il passaggio che ancora alla nostra squadra manca. Noi dobbiamo essere una squadra che deve sognare”.

Avete proposto diverse interpretazioni nella gara di oggi: “Oggi eravamo messi in campo in modo tradizionale. Noi abbiamo giocato con due mediani per portare via palla veloce al loro trequartista e liberare un nostro uomo”.

Muldur è partito dalla panchina: “La mia scelta è stata dettata dalle condizioni fisiche del ragazzo. Lopez ha giocato bene, mi è piaciuto. Sfortunatamente ha perso qualche pallone di troppo. Non dobbiamo avere paura di giocare. Marlon è uno dei centrali più forti che abbiamo e del nostro campionato, come qualità e potenziale. Ha subito qualche infortunio di troppo e non è ancora al top, ma quando ritornerà ad esserlo potrà ritagliarsi uno spazio importante. Lui è un mio pupillo”.

Adesso tutti vi guardano con un occhio diverso: “Dobbiamo limarci nel dettaglio, oggi abbiamo preso del goal evitabili. Abbiamo una qualità nel palleggio ed una qualità nella rosa che a lungo andare sarà determinante, soprattutto quando incontriamo avversari che preparano la gara lasciandoci il possesso palla”. 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Federico Anarratone

Federico Anarratone
Chi in Liguria tifa Sassuolo? Forse solo lui! Fede è di Genova, folgorato dai colori neroverdi durante un Sampdoria-Sassuolo gara playoff del 2011/12, da quel momento per lui esiste solo la squadra di Piazza Risorgimento.

Potrebbe Interessarti

Genoa-Sassuolo 1-2, De Zerbi: “I ragazzi ci sono, ce la giocheremo fino alla fine”

Roberto De Zerbi ha parlato di Genoa-Sassuolo, dicendo la sua sulla vittoria ottenuta dai ragazzi. …