lunedì , 21 ottobre 2019
Home / Notizie Neroverdi / De Zerbi dopo la Sportitalia Cup: “Mi aspetto ancora 3-4 giocatori. Quest’anno no al pressapochismo…”

De Zerbi dopo la Sportitalia Cup: “Mi aspetto ancora 3-4 giocatori. Quest’anno no al pressapochismo…”

Mister Roberto De Zerbi, al termine della SportItalia Cup vinta dal suo Sassuolo, è intervenuto nella zona dello Stadio Ricci destinata alla stampa e ha dato interessanti indicazioni sulla stagione che sta per iniziare, oltre che sul calciomercato.

“Oggi era un’amichevole e come tale è stata affrontata. Ho avuto comunque dimostrazione che stiamo tutti bene a parte qualche infortunato”. Il tecnico ha poi tracciato un profilo dei vari reparti, iniziando da quello arretrato.

“Qualcuno parte dallo scorso anno con me, i nuovi si stanno inserendo e a tratti riusciamo a essere anche brillanti. Come conoscenza e voglia di fare la partita siamo a buon punto pur dovendo migliorare in tutte le fasi di gioco. C’è chiaramente ancora molto da migliorare, ma Marlon è un giocatore che non ha nulla da inviare da Demiral, ha tutte le capacità di comandare il gioco e ha patito un pesante infortunio lo scorso anno, che lo porta ancora fuori condizione. Dobbiamo aspettarlo ma è un giocatore di livello assoluto. Per quanto riguarda la fase offensiva” prosegue De Zerbi dobbiamo portare a compimento le occasioni potenziali trasformandole in occasioni reali, non in tutte le partite possiamo avere molte chances. Sul gol subito siamo stati superficiali, dovevamo essere più attenti anche perché lo scorso anno abbiamo perso punti per pressapochismo e questo non deve accadere. Quando servirà gli esterni difensivi potranno salire anche molto, dobbiamo essere convinti di quel che facciamo e mettere in pratica nelle partite vere quel che serve per raccogliere il risultato”.

“A centrocampo Obiang è un giocatore che abbiamo cercato per qualità e caratteristiche anche fuori dal campo: conosce già la lingua e può colmare dei gap fisici dello scorso anno, può darci quello che non abbiamo avuto l’anno scorso. Traoré, che ha velocità e qualità, e Locatelli sono altri talenti, Duncan e Bourabia sono mezz’ali di qualità altissima e Magnanelli è un leader indiscusso pur avendo una carta d’identità più pesante. Mi piacerebbe restasse anche Mazzitelli” aggiunge De Zerbi “che è un giocatore in grado di darci una mano. Ritengo il centrocampo un reparto di grande livello”.

“Purtroppo non abbiamo ancora completato il mercato” sottolinea il mister “e abbiamo bisogno di 3-4 giocatori. L’inserimento dovrà essere veloce ma non possiamo comandare noi in tutto e per tutto il mercato. La volontà della società è quella di chiudere al più presto alcune trattative. La priorità è sia trovare un centrale, sia un esterno basso sia qualcosa davanti. Sensi? A mio avviso può giocare ovunque, al momento però non è più un mio giocatore ed è allenato da un grande mister, se non dovesse trovare spazio lo riporteremmo a casa volentieri”.

“Lo step principale dell’anno” conclude il tecnico neroverde “è quello di evitare disattenzioni e fissarci un obiettivo importante può servire a non avere sbalzi di mentalità che a volte si sono manifestati nel campionato passato”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Stemma Nazionale Figc

Sassuolo in Nazionale: il resoconto della pausa di ottobre

Sono tantissimi i giocatori del Sassuolo, tra prima squadra, giovanili e prestiti, ad aver rappresentato …