martedì , 23 Aprile 2024
davide frattesi corriere dello sport
foto: sassuolocalcio.it

Davide Frattesi: “A Torino fantastica vittoria. Marchisio mi ha scritto per complimentarsi”

Davide Frattesi ha parlato alla Gazzetta dello Sport dopo il gol che ha sbloccato Juventus-Sassuolo nell’ultima di campionato.

Parte da un modello, Claudio Marchisio: “È stata mia nonna Stefania a chiamarmi ‘Principino’ perché dice che assomiglio a Marchisio. Magari… al momento ho realizzato circa un milionesimo di quanto ha fatto lui. Claudio è un esempio, una delle persone del mondo del calcio che più mi è rimasta dentro. Lo conobbi anni fa, quando ero alla Roma. Spalletti mi portò in panchina contro la Juve. Chiesi la maglietta a Marchisio e lui volle la mia. ‘E cosa te ne fai?’ gli dissi. Ieri mi ha scritto un messaggio per farmi i complimenti: bello”.

Vincere allo Stadium è stato meraviglioso: “La vittoria di Torino è stata una serata fantastica non solo per noi, ma anche per i tifosi e i dirigenti. Abbiamo festeggiato il giusto, ma se non batteremo l’Empoli il successo con la Juve non sarà servito a nulla. Mercoledì siamo stati meno belli ma più concreti. Abbiamo giocato da squadra”.

LEGGI ANCHE > JUVE-SASSUOLO 1-2: “MAINTENANT JE VAIS LUI FAIRE LE CUCCHIAO’”

“Avrei voluto restare alla Roma, ma ora sono felicissimo di essere al Sassuolo”

Il suo gol, una perla: “Da piccolo facevo l’attaccante e la voglia di gol mi è rimasta dentro. Allo Stadium gran parte del merito va a Defrel, che mi ha dato una palla perfetta. Gli ho detto che gli regalo quello che vuole. Nei limiti eh, perché il budget è contenuto. Nel centrocampo a due tocchi molto più il pallone rispetto a quello a tre. Sei sempre nel vivo dell’azione e migliori tanto”.

Il suo presente è neroverde dopo la crescita nelle giovanili giallorosse: “Da romanista sarei voluto restare a Roma, quando mi cedettero al Sassuolo. Ma tutto si metabolizza e adesso sono felicissimo di essere qui”.

L’obiettivo è la maglia azzurra: Sogno la convocazione in Nazionale: è un obiettivo anche se devo crescere tanto. In azzurro ho già fatto un lungo cammino nelle giovanili, pieno di soddisfazioni e bastonate”.

Seguici anche su Instagram

foto: sassuolocalcio.it

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Sassuolo-Lecce 0-3

Sassuolo-Lecce 0-3: niente alibi, potrebbe essere troppo tardi

Sassuolo-Lecce 0-3. Male, malissimo. Una sfida che non doveva finire così. Anzi. Non sarebbe mai …