venerdì , 21 febbraio 2020
Home / Coppa Italia / Coppa Italia, un po’ di storia dal 1920 ad oggi
Coppa Italia
foto: sassuolocalcio.it

Coppa Italia, un po’ di storia dal 1920 ad oggi

La Coppa Italia è una delle competizioni più importanti del calcio italiano e non solo perché vincerla significa la possibilità di giocarsi la Supercoppa Italiana con la vincente del campionato di Serie A, ma anche perché consente di qualificarsi all’Europa League. Ma qual è la storia della Coppa Italia?

Un dato curioso, emerso durante un recente sondaggio sulle scommesse sportive, rivela che, tolto il campionato di Serie A, la Coppa Italia, dopo i Mondiali di Calcio è la competizione che più appassiona gli italiani, dal sondaggio è stato evidenziato dai portali come tutti-bonus-scommesse-sportive.com ci saranno meno “bollette” rispetto alla competizione nostrana che vede come protagoniste le squadre del nostro paese e di conseguenza un maggior coinvolgimento di tifosi e appassionati.

Coppa Italia: Dagli inizi alla Seconda Guerra Mondiale

Nel corso del tempo molto è cambiato, a partire dal nome, dall’edizione 1998-1999 a quella 2017-2018 la Coppa Italia ha assunto il nome di “TIM Cup“, denominazione creata per motivazioni di sponsorizzazione.

La storia di questo importante trofeo inizia nel 1922, anno in cui ad aggiudicarsi la competizione fu il Vado, squadra della provincia di Savona.

Formazione del Vado vincitrice Coppa Italia 1922 – foto: wikipedia

Non tutti sono a conoscenza del fatto che la Coppa Italia inizialmente nacque come competizione “parallela” al campionato nazionale, in conseguenza degli attriti tra la FIGC e le “grandi” di allora.

Dopo la vittoria del Vado nel 1922, la Coppa Italia venne sospesa e ritrovò spazio nel 1935, quando la Serie A venne ridotta a 16 formazioni partecipanti.

Le compagini di Serie A non dovevano giocare i primi turni ed entravano in scena solo a partire dai sedicesimi di finale.

La prima formazione ad aggiudicarsi il trofeo nella nuova formula fu il Torino. Nel 1941, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, vi fu la prima affermazione a sorpresa: ad alzare il trofeo fu infatti il Venezia di Valentino Mazzola.

La Coppa Italia dal 1958 ad oggi

Dopo la fine del conflitto si dovette aspettare il 1958 per una nuova edizione della competizione, la cui vittoria avrebbe dato la possibilità di partecipare alla neonata Coppa delle Coppe, competizione a livello europeo a cui accedevano le compagini vincitrici delle coppe nazionali.

La prima formazione ad imporsi fu la Lazio, che in finale batté (1-0) la Fiorentina, la quale si rifece pochi anni dopo, proprio sulla Lazio.

Negli anni successivi avvenne un’impresa ancora oggi unica nel panorama calcistico nazionale: il Napoli riuscì a vincere la competizione 1961-62 pur militando in Serie B.

La formazione vittoriosa del Napoli nel 1961-62 – foto: wikipedia

Ciò avvenne negli anni ’60, decade nella quale la Roma vinse due volte la competizione.

Fu proprio in questo periodo che la FIGC decise di introdurre la formula “a gironi” che doveva decretare le 8 squadre, che una volta finito il campionato si dovevano sfidare in gare di andata e ritorno in un girone unico, al termine del quale le prime due classificate si sarebbero giocate la vittoria in una gara secca.

Dagli anni ’80 del secolo scorso riprese però forma la Coppa Italia con turni ad eliminazione diretta e dopo un decennio dominato dalla Roma, gli anni ’90 furono quelli delle grandi sorprese, con vittorie di compagni come Parma e Vicenza.

Dopo la fine della Coppa delle Coppe, la Coppa Italia ha affrontato anni in cui è diventata un trofeo snobbato dai grandi club.

Questo fino agli anni ’10 di questo secolo dove Roma, Inter, Napoli, Juventus e Lazio hanno primeggiato il più delle volte. 

Oggi, come detto, la Coppa Italia è tornata ad essere competizione di grande fascino perché dante diretto accesso all’Europa League. A questo link troverete l’intero Albo delle vincitrici della Coppa Italia.

Guardando in casa neroverde, il Sassuolo in Coppa Italia non è mai riuscito ad accedere ai Quarti di Finale, come miglior piazzamento ci sono gli Ottavi: nella stagione 2014-2015 (sconfitti dal Milan per 2-1), l’edizione 2016-17 (sconfitti dal Cesena 1-2), l’edizione 2017-18 (sconfitti dall’Atalanta per 2-1, e l’edizione 2018-19 (sconfitti dal Napoli per 2-0).

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

uefa conference league

Europa Conference League: nella nuova competizione giocherà la sesta classificata in serie A

A partire dalla stagione 2021/2022, ovvero la prossima, sarà ufficialmente introdotta una terza competizione UEFA, …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi