martedì , 29 settembre 2020
Home / Campionato / Bellomi (hellas1903.it): “Sassuolo favorito, ma un pareggio non sarebbe da buttare”
foto: hellaslive.it

Bellomi (hellas1903.it): “Sassuolo favorito, ma un pareggio non sarebbe da buttare”

Dopo la sfida vinta contro il Benevento, i ragazzi di Bucchi sono chiamati ad un nuovo test importante, ancora uno scontro salvezza, questa volta contro l’Hellas Verona che classifica alla mano sembra passare un momento ancora peggiore dei neroverdi.

Per capire meglio che aria tira in casa bianconera, abbiamo il piacere d’intervistare Jacopo Bellomi di Hellas1903.it, portale di riferimento per i tifosi gialloblù. Di seguito il suo punto di vista Sassuolo-Hellas Verona.

foto: hellaslive.it

Senza girarci intorno: Sassuolo e Hellas Verona, chi sta peggio?

La classifica parla chiaro, tra le due sfidanti è il Verona la squadra nelle condizioni peggiori. I gialloblù arrivano da cinque sconfitte consecutive e proprio l’ultima, subita in rimonta dal Bologna, ha atterrato il morale dei giocatori. È come se ci fosse un senso d’inadeguatezza al campionato: a parte le disfatte di Bergamo e Cagliari, l’Hellas ha sempre cercato di mettere in difficoltà gli avversari, venendo però sempre superato nel risultato finale.

Nove sconfitte, tre pareggi e una vittoria fino a questo momento. La piazza veronese a chi attribuisce le colpe di questa situazione?

I tifosi del Verona non hanno risparmiato nessuno. Dopo le prime giornate in cui erano stati criticati i giocatori, colpevoli di aver tenuto un atteggiamento troppo leggero per la categoria, si è passati al tecnico Pecchia e alle sue scelte, a dire di molti, sbagliate, come fare partire Pazzini dalla panchina. Infine, anche se è sempre stato una costante, non sono state risparmiate le critiche verso la società, nelle figure del presidente Setti e del direttore sportivo Fusco, per il mercato estivo sotto le aspettative e per la scelta di non esonerare un allenatore ormai malvisto dalla piazza.

In caso di sconfitta contro il Sassuolo, Pecchia rischia l’esonero? Ci sono già nomi caldi?

La società non si è mai espressa riguardo un possibile esonero. Sia Setti che il ds Fusco hanno sempre confermato il tecnico, contrariamente a quanto richiesto dai tifosi. In ogni modo, nel corso degli ultimi giorni sono filtrati alcuni nomi sui quotidiani nazionali: Guidolin, Colantuono e Iachini, ai quali si aggiungerebbe anche Reja.

La coppia Cerci-Pazzini sulla carta sembrava interessante, sta deludendo?

Più che un discorso di coppia, credo che sarebbe opportuno analizzare singolarmente questi due giocatori. Cerci veniva da un paio di stagioni in cui è stato pressoché inattivo e solo le prestazioni sul campo possono riportarlo sui livelli a cui ci aveva abituato. Col Bologna è tornato al gol, ma in generale nell’ultimo periodo è apparso in crescita e più pericoloso. Diamogli tempo. Pazzini, invece, risente pesantemente del tipo di gioco della squadra. Lo scorso anno è stato il capocannoniere del campionato cadetto, ma quel Verona era votato al palleggio e all’assedio dell’area avversaria, con imbucate frequenti per il terminale offensivo. La Serie A, però, è un altro livello e i gialloblù, neopromossi, devono per forza di cose adattarsi all’avversario per poi ripartire in contropiede; così Pazzini si trova a giocare pochi palloni e spesso lontano dall’area, cosa che ne limita il rendimento.

Il Sassuolo non ha mai vinto in casa quest’anno, così come il Verona non ha mai vinto in trasferta: cadrà uno dei due record o una X permetterà ad entrambi questi primati negativi di sopravvivere?

Il Sassuolo è favorito, sulla carta, per la qualità della rosa e per la squadra ben collaudata, con giocatori importanti in ogni reparto. La difesa del Verona, invece, fa acqua soprattutto sulla sinistra ed è difficile pensare che Souprayen o il giovane Fares possano arginare un Berardi in giornata. Detto questo, io credo che il Verona proverà a giocarsela come sta facendo nell’ultimo periodo, ma in ottica salvezza anche il pareggio non sarebbe da buttare.

Che squadra vedremo contro il Sassuolo: più grintosa o più impaurita?

Difficile dirlo, sicuramente la sconfitta col Bologna è stata pesante. Il Verona stava dominando la gara ed è stato rimontato in cinque minuti di completo blackout. Dovrebbe tornare Bessa che può dare una spinta offensiva maggiore, poi le scelte di formazioni sono più o meno obbligate visti gli infortuni che stanno colpendo la rosa di Pecchia. Penso che saranno due i momenti più importanti della gara: l’inizio, per l’approccio all’avversario, e la seconda metà del secondo tempo, quando generalmente la condizione del Verona cala.

Le prossime partite vedranno i gialloblù sfidare: Sassuolo, Genoa, Spal e Udinese; sulla carta non sembrano proibitive. Si deciderà qui il destino del Verona?

Dici bene, le ultime gare del girone di andata (escludendo Milan e Juventus) sono tutte alla portata dell’Hellas e saranno estremamente importanti. Il Verona non deve mancare queste opportunità per rimanere agganciato alle rivali salvezza. Se queste cominciassero già a scappare, si farebbe molto dura per i gialloblù.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

I numeri di Spezia-Sassuolo 1-4: Caputo vede i 40 gol in Serie A

La prima vittoria del Sassuolo 2020/2021 non ha tardato ad arrivare: alla seconda uscita stagionale, …