mercoledì , 18 gennaio 2017
Home / Campionato / Verso Inter-Sassuolo: fermare la capolista? Si può!

Verso Inter-Sassuolo: fermare la capolista? Si può!

L’ultima giornata del girone di andata, al netto del recupero del 20 gennaio prossimo contro il Torino, non poteva essere meno fortunata per i neroverdi. Gli uomini di Di Francesco si troveranno infatti a dover affrontare l’Inter a San Siro: già un avversario di per sé ostico, la squadra di Mancini è per giunta capolista con 39 punti e, per guardarsi dall’assalto delle contendenti al titolo di campione d’inverno, deve a tutti i costi fare bottino pieno.

L’Inter si è specializzata, in questo campionato, nelle vittorie di misura. Non si contano gli 1-0 che hanno portato più di una polemica sulla qualità del gioco espresso dai nerazzurri, ai quali però la classifica pare dare ragione. Mancini si è rivelato un ottimo manager, avendo in sostanza condotto il mercato estivo portando dalle parti del Duomo numerosi giocatori di ottima fattura: si pensi ad esempio a Miranda, Murillo, Perisic e Jovetic. Ora è la difesa il reparto cardine per un Inter che ha subito solo 11 reti in 18 incontri giocati anche grazie a superlative prestazioni dell’estremo difensore Handanovic.

fonte: sassuolocalcio.it
fonte: sassuolocalcio.it

Ma nulla è impossibile, e il 7-0 della seconda di campionato dello scorso anno è ben lontano: i neroverdi di oggi non sono neppure lontani parenti di quella compagine che crollò sotto i colpi della squadra allora guidata da Mazzari, nel giro di due mesi allontanato dalla panchina per lasciare spazio, appunto, a Mancini. La vittoria per 3-1 tra le mura amiche rappresentò un riscatto di quella figuraccia, e oggi come oggi il Sassuolo ha necessità di dimostrare di esserci ancora.

I neroverdi hanno un’ottima posizione di classifica, ben al di sopra delle aspettative di inizio stagione: per raccogliere punti a San Siro è però necessario entrare in campo combattivi in misura ben superiore a quanto visto contro Hellas Verona e Frosinone negli ultimi due incontri. Intendiamoci: l’Inter è, ora come ora, una delle squadre da battere e quel che conta per il Sassuolo sarà, innanzitutto, dare un segnale sul versante della prestazione. Si è a quota 28 punti e ce ne sono ancora 6 a disposizione per chiudere il girone di andata con più di un piede ancora in Serie A. Perché è la salvezza il primo obiettivo: le ultime due partite sono lì a ricordarlo a chi pecca o ha peccato di ottimismo.

di Massimiliano Todeschi

Riguardo Massimiliano Todeschi

Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Eusebio Di Francesco

Di Francesco dopo Sassuolo-Palermo: “Le nostre idee di gioco hanno prevalso”

Al termine della partita contro il Palermo, terminata 4-1 in favore del Sassuolo con reti …

CHIUDI
CLOSE

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi