sabato , 22 settembre 2018
Home / Notizie Neroverdi / Tripaldelli raccontato dal padre: “Alessandro ha la testa sulle spalle”

Tripaldelli raccontato dal padre: “Alessandro ha la testa sulle spalle”

Per la rubrica “Dicono di loro”, la redazione di MondoPrimavera.com ha intervistato Paolo Tripaldelli, padre di Alessandro, terzino sinistro classe 1999 di proprietà del Sassuolo. Un racconto completo, dai primi calci in Campania alla futura esperienza con lo Zwolle, passando per Juventus e Nazionale: lo riportiamo qui di seguito in forma integrale.

“Alessandro si è avvicinato al calcetto grazie ad un corso di calcetto tenuto dagli insegnanti di educazione fisica. Caso vuole che questi professori facessero parte dello staff tecnico dell’Ares Vomero, che lo presero e gli fecero assaggiare il calcio a 11. A 9 anni è andato alla Damiano Promotion, dove ha attirato l’interesse di Inter, Juve, Milan e Napoli. Juve e Milan sono le due squadre che hanno dimostrato il maggior interesse: dopo molti provini l’hanno spuntata i bianconeri. Traguardi? Non posso che essere fiero di quanto fatto da Alessandro finora. A me interessava soltanto che si divertisse, vedendo quanta passione c’era in lui non potevo che assecondarla. Alessandro ha la testa sulle spalle, pone la sua carriera davanti a molte altre cose. Quando aveva 14-15 anni, capitava che trovavo il letto vuoto quando andavo a svegliarlo: usciva ad allenarsi da solo…”.

Alessandro Tripaldelli
foto: Alberto Benaglia

 

Sassuolo? Alessandro era promesso sposo del Palermo, ma la trattativa si è arenata perché i rosanero non potevano garantirgli minutaggio. E’ stato bravissimo il Sassuolo ad approfittarne e a chiudere l’accordo in poche ore: Alessandro era a Milano con degli amici quando ci ha chiamato il suo procuratore. Primavera Juve? Alessandro è sempre stato molto umile, nonostante l’importanza che aveva nella rosa ha sempre lavorato duro pensando al bene della squadra. Zwolle? E’ stato un fulmine a ciel sereno. Dal suo arrivo al Sassuolo lo ha cercato mezza Europa, dalla Francia alla Spagna passando per l’Inghilterra. L’ottimo Europeo disputato ha avuto il risvolto negativo di non aver dato ad Alessandro molto tempo a disposizione del Sassuolo, E’ stato costretto a chiedere il prestito alla dirigenza: lo Zwolle è stato il più lesto ad accaparrarselo”.

LEGGI ANCHE > MISTER PIOVANI: “POSSIAMO TOGLIERCI MOLTE SODDISFAZIONI”

“Per Alessandro è importantissima la considerazione del mister e van’t Schip, ex Genoa, ripone fiducia in lui. La società l’ha accolto a braccia aperte, fornendogli subito un appartamento e una macchina: si sente parte del gruppo ed è considerato una delle prime scelte. Alessandro è rimasto soddisfatto anche degli allenamenti, che ritiene molto più duri rispetto a quelli italiani. Non ha ancora esordito per motivi burocratici, ma la prima presenza arriverà molto presto. Nazionale? E’ una gioia immensa sapere che Alessandro avrebbe rappresentato il nostro Paese. L’esperienza in Azzurro, poi, ha permesso di accrescere la sua visibilità e di fare passi in avanti enormi. Idolo? Maldini, ma forse somiglia più a Grosso. Obiettivi? Ha intenzione di giocare il più possibile in Eredivisie, al suo ritorno in Italia molto dipenderà dal Sassuolo”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

Sassuolo, è una grande campagna abbonamenti: 7.159 sottoscrizioni

Si è conclusa ieri sera la campagna abbonamenti del Sassuolo Calcio per la stagione 2018/2019: …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi