domenica , 19 novembre 2017
Home / Settore Femminile Sassuolo / Serie A Femminile: Sassuolo-Fiorentina 2-4, neroverdi in crescita, ma ancora zero punti

Serie A Femminile: Sassuolo-Fiorentina 2-4, neroverdi in crescita, ma ancora zero punti

Terza giornata di campionato di Serie A Femminile che  ha visto opposte il Sassuolo alle campionesse d’Italia della Fiorentina. Giornata interessante e particolare non solo dal punto di vista sportivo per quanto riguarda la partita giocata sul rettangolo verde, ma anche per le iniziative che ne hanno fatto parte.

Prima dell’inizio della partita le due capitane Roberta D’Adda (Sassuolo) e Alia Guagni (Fiorentina) hanno firmato una fascia celebrativa  collegata al Premio “Campione del Primo Tricolore” ed è stata istituita dall’ing. Salvatore Salerno, che l’ha ideata e promossa in qualità di Presidente del relativo Comitato. L’iniziativa è patrocinata dal CONI, dai Lions Clubs International e dalla Lega Nazionale Dilettanti della FICG. La finalità è il Vessillo nazionale e la sua giornata del 7 di gennaio, rivolgendosi ai CAPITANI tramite la realizzazione dell’oggetto simbolo che li contraddistingue: la FASCIA.

La fascia realizzata coi colori nazionali, ma presentava una particolarità: vi sono riprodotti due particolari della partitura ufficiale de “Il Canto degli Italiani” del Maestro Michele Novaro colui che lo innalzò e consacrò a Inno nazionale musicando magistralmente la poesia del Mameli.

Madrina ufficiale dell’evento  Aylin Nica eletta a Salsomaggiore Terme Miss Campione Primo Tricolore Emilia 2017 durante la selezione finale regionale di Miss Mondo Italia Emilia.

Dopo questa cerimonia si è  proceduto con un minuto di riflessione per condannare i recenti episodi di antisemitismo e continuare a coltivare la memoria della Shoah. Le squadre si sono disposte al centro del campo per leggere un estratto dal diario di Anna Frank . A questa iniziativa si è aggiunta quella della campagna “Nastro Rosa” della Lilt per la prevenzione e la lotta ai tumori femminili. Le atlete hanno indossato un braccialetto rosa che ricordava questa lotta contro i tumori al seno. Nel mese di ottobre infatti, tutto lo sport mondiale si è tinto di rosa per testimoniare ciò.

Dopo questo inizio particolarmente toccante si è entrati subito nel clima partita con una avvio deciso della formazione di casa che passa in vantaggio con uno stupendo gol di Sara Tardini al 12′ del primo tempo (giudicato uno dei miglior gol del turno di campionato se non il migliore). Primo gol in Serie A per la Tardini Gol con dedica alla sfortuna compagna Sandy Iannella (pochi giorni prima si era rotta il crociato anteriore con la nazionale maggiore). Corsa verso la panchina a cogliere l’abbraccio di tutte le compagne e maglia numero 14 (di Sandy Iannella) mostrata al pubblico e alla propria compagna che con le stampelle a pochi giorni dall’operazione sedeva in tribuna a guardare le compagne.

Vantaggio che dura poco perchè ci pensa il centrale difensivo Elena Linari a riportare in parità la partita sfruttando un errore dell’estremo difensore neroverde Sabrina Tasselli che permette alla viola appostata sul secondo palo di spingere il palo facilmente in rete. Si va al riposo sull’1-1 con un brivido che percorre la schiena dei tifosi neroverdi, con Ilaria Mauro su pallone perso malamente dalla retroguardia locale spara fuori un pallone con l’intero specchio della porta libero. Bel primo tempo delle ragazze allenate da Federica D’Astolfo che arginano come possono e cercano di pungere in ripartenza, non facendosi mai fagocitare dal gioco delle avversarie.

Nel secondo tempo cala un po’ il Sassuolo e la Fiorentina mette in vetrina tutte la sua esperienza, data anche dalle tante nazionali italiane e straniere in rosa e mette la freccia con Patrizia Caccamo che con preciso diagonale fulmina Sabrina Tasselli 2-1 per le viola.

Dieci minuti dopo Ilaria Mauro approfitta di un regalo della retroguardia: errato passaggio di Roberta D’adda verso l’estremo difensore e punteggio che si aggiorna nuovamente 3-1 per le ospiti. Poker calato dalle viola al 82′ con Brazil, ma due minuti dopo ci pensa Stella Botti al debutto in serie A a segnare il secondo gol per le locali e a rendere meno amaro il punteggio finale: 4-2.

Sassuolo Femminile che disputa una buona partita sul piano del gioco e non arretra difronte alle quotate avversarie, che approfittano di ogni errore o incertezza avversaria. Occorrerà un po’ più di attenzione per il proseguo del campionato e non abbassare mai la guarda anche su palloni che sembrano persi.

Soddisfatta l’allenatrice del Sassuolo Femminile Federica D’Astolfo che a Sassuolo Channel dichiara “La Fiorentina è una grandissima squadra, poi le ragazze hanno speso tanto nel primo tempo e quindi chiaramente anche un po’ un calo fisico era inevitabile però hanno dato tutto in campo hanno fatto il massimo di quelle che sono le nostre possibilità attuali. Ci sono dei margini di crescita importante per questa squadra e ancora una volta sono soddisfatta della loro prestazione. Poi gli errori in partita si fanno quindi …poi loro spingevano tanto quindi era inevitabile sotto la loro pressione commettere qualche errore in più pertanto nessun problema da quel punto di vista. Solo continuare a lavorare perchè gli errori sono opportunità di crescita e possibilità per migliorarsi“.

Prossimo appuntamento  Sabato 4 Novembre a Ravenna contro il Ravenna Woman.

SASSUOLO – FIORENTINA 2-4

MARCATRICI: 12’ Tardini, 16’ Linari, 49’ Caccamo, 59’ Mauro, 82’ Brazil, 84’ Botti

SASSUOLO: Tasselli, Zanoletti, Oliviero, Bursi (70’ Giatras), D’Adda, Eusebio, Pondini, Prost, Tarenzi, Taradini, Faragò (56’ Botti)

A disposizione: Lugli, Gobbi, Brignoli, Rosso, Maretti

Allenatore: Federica d’Astolfo

FIORENTINA: Ohrstrom, Guagni, Linari, Adami, Mauro (67’ Einarsdottir) , Bonetti (75’ Daniel), Vigliucci (45’ Caccamo), Bartoli, Brazil, Carissimi, Tortelli

A disposizione: Durante, Fedele, Rinaldi, Domi

Allenatore: Sauro FATTORI

ARBITRO: Sig. Leonardo Funari di Roma 1 (Calogero di Parma, Ghidoni di Reggio Emilia )

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Laura Tiger

Laura Tiger
Appassionata di calcio segue da oltre 20 anni da vicino diverse squadre, finché si innamora della Reggiana Femminile (ora Sassuolo) per il carisma, la passione, il fairplay che la squadra mette in campo e quell’aria buona che sa di famiglia. Questa passione unita a quella per la fotografia le permettono spesso di seguire la squadra da bordocampo. Per CanaleSassuolo.it segue il Settore Femminile.

Potrebbe Interessarti

Settore Femminile Sassuolo: prima squadra ancora a secco, tutti i risultati

Per la prima squadra del Sassuolo arriva la quinta sconfitta in campionato, nella sfida giocata …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi