lunedì , 20 novembre 2017
Home / Campionato / Sconfitti ma orgogliosi: questa è una squadra

Sconfitti ma orgogliosi: questa è una squadra

Quarta sconfitta stagionale, ma niente paura. La prestazione del San Paolo ha permesso al Sassuolo di fare un passo avanti sul versante della consapevolezza dei propri mezzi. Al cospetto di una squadra zeppa di giocatori di primo livello, i neroverdi hanno messo in campo tutta la loro generosità giocando a viso aperto per novanta minuti e oltre.

Dopo la vittoria in extremis di San Siro, che ha portato ad un grande dispendio di energie per gli uomini di Di Francesco, era quasi utopico pensare di poter bissare il successo in casa della capolista, che attraversa un grande momento di forma. Il vantaggio raccolto nei primissimi minuti con Falcinelli, che ha mantenuto la sufficiente freddezza per realizzare il rigore, ha forse illuso più di un tifoso, ma ha paradossalmente portato il Napoli a riversarsi con grande rabbia agonistica in avanti alla ricerca dell’immediato pareggio.

Alla fine del primo tempo i partenopei erano già in vantaggio, ma il Sassuolo non ha mai cessato di tentare di produrre gioco. Pur avendo creato poche occasioni da rete degne di questo nome, l’abnegazione di Magnanelli e compagni merita un applauso: Higuaìn ha trovato la rete che ha chiuso l’incontro solo in pieno recupero, ma fino a pochi minuti prima i neroverdi avrebbero potuto raggiungere il pareggio. Quell’uscita avventurosa di Reina testimonia che gli azzurri non erano poi così sicuri di raccogliere i tre punti…

fonte: sassuolocalcio.it
fonte: sassuolocalcio.it

Sarebbe ingeneroso colpevolizzare una squadra che, non dimentichiamolo, ha già 31 punti in classifica con un incontro ancora da recuperare: infatti, mercoledì sera si torna di nuovo in campo e la situazione in graduatoria, già ottima per una squadra che punta alla salvezza, potrebbe migliorare ulteriormente.

Anche le scelte di formazione operate Di Francesco, legittimamente criticabili, sono state senz’altro frutto della necessità di risparmiare energie in alcune pedine, destinate a giocare tre partite in otto giorni. Mercoledì torneranno Berardi e Cannavaro, mentre saranno naturalmente da valutare le condizioni di Missiroli e Floro Flores, usciti nel corso dell’incontro del San Paolo. Vedremo dunque quel che riserveranno le prossime partite, ma dal punto di vista della prestazione sono davvero poche le critiche che possono essere mosse a una squadra che nel giro di una settimana ha ben figurato in due cattedrali del calcio italiano.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Benevento-Sassuolo 1-2: quanta fatica per questi tre punti

Il Sassuolo torna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive. In un finale al cardiopalma dopo …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi