martedì , 22 gennaio 2019
Home / Notizie Neroverdi / Mafia: il nome di De Zerbi spunta nella maxi-indagine

Mafia: il nome di De Zerbi spunta nella maxi-indagine

Da Bari arriva una notizia controversa riguardante il tecnico neroverde Roberto De Zerbi. Nell’ambito delle maxi indagini riguardanti la mafia foggiana spunta anche il suo nome.

Da un comunicato trasmesso dall’Ansa risulta che gli ex dirigenti del Foggia, tra cui il ds Giuseppe Di Bari e il tecnico Roberto De Zerbi avrebbero “lungi da denunciare, come dovrebbe fare ogni vittima di estorsione, hanno preferito in maniera pavida accettare supinamente le richieste formulate, abiurando anche a quei valori di lealtà e correttezza sportiva che dovrebbe ispirare la loro condotta“.

Maxi-indagine Mafia: De Zerbi avrebbe accettato imposizioni di un clan

In pratica, secondo le accuse del GIP di Bari, l’attuale allenatore neroverde avrebbe, tra il 2015 e il 2016, accettato alcune imposizioni dei clan pugliesi riguardanti l’ingaggio di due giocatori, ossia Luca Pompilio e il figlio del boss Rodolfo Bruno, Antonio, nonostante “non dotati di qualità sportive significative“.

Gli indagati, recita il provvedimento, potevano “contare anche dell’appoggio della tifoseria foggiana e, più in generale, degli sportivi“.

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Da Benevento si è innamorato dei colori del Sassuolo. Giornalista pubblicista e laureato in Relazioni Internazionali, scrive con passione del mondo neroverde.

Potrebbe Interessarti

Mauro Del Bue: “Mapei stadio modello? C’è ancora molto da fare”

Il Mapei Stadium, di proprietà del Sassuolo Calcio, fu costruito nel 1994 ricalcando il modello …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi