giovedì , 19 luglio 2018
Home / Campionato / Il commento su Sassuolo-Spal 1-1: che ne sarà del Sassuolo?

Il commento su Sassuolo-Spal 1-1: che ne sarà del Sassuolo?

Non si vince da Natale. Nel 2018 il Sassuolo non conosce la parola vittoria. Un panorama desolante, che coincide con il rientro della squadra in zona retrocessione. Al terzultimo posto insieme al Crotone ammazza-Samp e proprio alla Spal. Che ne sarà del Sassuolo?

Perché al di là di tutto la domanda è questa. Una squadra che nella prima metà del primo tempo non s’è vista, tanto è vero che i ferraresi hanno fatto il bello e il cattivo tempo. Poi, il pareggio di Babacar ha rimesso gli uomini di Iachini in carreggiata. Peccato per quel rigore sbagliato da Politano e per quella traversa, appunto di Babacar.

Lui, l’ultimo arrivato, sembra quello che ha più voglia di condurre la squadra alla salvezza. Forse più di compagni che nel distretto sono presenti da un po’. E che con questa maglia hanno raggiunto traguardi inimmaginabili solo quattro o cinque anni fa…

Leggi anche > IACHINI: “TANTE OCCASIONI SPRECATE, POTEVAMO VINCERE”

sassuolo-spal commento
foto: foxsports.it

Su Sassuolo-Spal commento duro: rischiamo di vivere solo di ricordi

Eppure, quei traguardi rischiano di diventare soltanto una parentesi. Un ricordo da mettere in cornice vicino al caminetto, accanto alle foto dei nipoti. Di ricordi non si vive, né tantomeno si gioca.

C’è bisogno di qualcosa di nuovo, di un’esplosione. Magari proprio di quel Politano che contro la Spal è stato il peggiore in campo. Non solo per il rigore sbagliato, sia chiaro. Quello può capitare a tutti. Peggiore in campo però lo si è quando non se ne azzecca nemmeno una in una partita. E, in questo momento, il numero 16 neroverde non è il giocatore che sarebbe potuto andare a Napoli a giocarsi lo scudetto.

Leggi anche > LIROLA: “NON POSSIAMO SVEGLIARCI SOLO QUANDO SUBIAMO GOL”

antonino ragusa

Ora c’è solo da sperimentare: ecco cosa ci lascia questa partita

Forse la squalifica di Ragusa per diffida non verrà tanto per nuocere. Senza né lui né Berardi, Iachini sarà costretto a sperimentare qualcosa. Magari a tornare al 3-5-2. O a tentare la carta Pierini, così, per giocarsi il jolly.

Per il resto parla la classifica. La squadra ha tanta paura di perdere ma anche di vincere. Tanto è vero che ci si guarda bene dal farlo. Sabato prossimo c’è l’Udinese, alla Dacia Arena. La stessa squadra che nell’ultima giornata, al di là delle magie di Dybala e Higuain, qualche difficoltà alla Juve neo-capolista l’ha pure creata. Ci vorrà il cuore. Ma forse pure qualche pezzo di fegato.

Leggi anche > LE PAGELLE DI SASSUOLO-SPAL, BABACAR IL MIGLIORE

peluso sassuolo
foto: foxsport.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Da Benevento si è innamorato dei colori del Sassuolo. Giornalista pubblicista e laureato in Relazioni Internazionali, scrive con passione del mondo neroverde.

Potrebbe Interessarti

Serie A 2018/19: tutte le date della nuova stagione

Mancano due mesi all’inizio del prossimo Campionato di Serie A. La Lega ha pubblicato tutte …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi