domenica , 19 novembre 2017
Home / Campionato / Sassuolo-Milan 0-2: un’altra sconfitta e il Sassuolo non diverte più

Sassuolo-Milan 0-2: un’altra sconfitta e il Sassuolo non diverte più

Ottavo KO per il Sassuolo di Cristian Bucchi. I neroverdi ancora una volta restano in partita solo per venti minuti e per Montella non è difficile salvare la panchina. Al Mapei Stadium finisce 2-0 a favore di un Milan quasi inguardabile per buona parte del match, ma questo Sassuolo riesce a resuscitare anche i morti.

Otto punti in 12 partite, il Sassuolo fino a questo momento registra una media di 0,66 punti a partita, di questo passo chiuderemmo il campionato a 25 punti. I tifosi neroverdi attendono una vittoria casalinga dal lontano 21 maggio, ma c’è anche chi ha abbassato le aspettative e si accontenterebbe di vedere anche un solo gol, si perchè il Sassuolo tra le mure amiche vanta il peggior attacco del campionato con una sola rete realizzata, peggio del Benevento che ne ha segnate due.

Bei tempi quando nelle conferenze pre partita i tecnici avversari elogiavano le qualità dei neroverdi, non era mai semplice affrontare il Sassuolo, né in trasferta né tantomeno in casa. Ci eravamo guadagnati il nome di “ammazza grandi” ma ad oggi la storia è cambiata, e i numeri, seppur impietosi, non sono il principale problema. La questione è infatti diversa: il Sassuolo ha smesso di divertire e divertirsi.

Di chi è la colpa? Inizialmente sembrava tutta di Carnevali, la partenza di Defrel e Pellegrini e i mancati arrivi. Ma nelle ultime giornate il dito è puntato sempre più verso mister Bucchi: la colpa che si attribuisce al mister è quella di aver “rotto il giochino”.

Leggi anche > BUCCHI DOPO SASSUOLO-MILAN: “IO SEMPRE IN DISCUSSIONE”

Cristian Bucchi ha messo a disposizione tutta la sua passione, ma anche la sua pur comprensibile presunzione, volendo per forza mettere le mani su un meccanismo già oliato. Il mister ha provato a portare in Emilia le sue idee, che purtroppo non sembrano funzionare. Ma nonostante questo, noi non riusciamo a puntare il dito verso di lui. Iinfatti se al Sassuolo fosse servito un clone di Di Francesco potevamo mettere un allenatore delle giovanili alla guida della prima squadra. Dal momento che Bucchi è stato scelto, ha il sacrosanto diritto provare a mettere in campo, come detto, le proprie idee e la sua (purtroppo poca, almeno in A) esperienza. Il mister al momento resta appeso ad un filo e siamo sicuri che più volte avrà pensato “ma chi me lo ha fatto fare?”.

Adesso ci sarà la pausa per dare spazio alle Nazionali, si tornerà in campo il 19 novembre in trasferta contro il Benevento e subito dopo la sfida in casa contro l’Hellas, due formazioni che se la passano male tanto quanto noi. Ci sono poche parole d’ordine se nontTesta bassa e lavorare per cercare di uscire da questo pantano.

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Redazione

La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Francesco Magnanelli

Verso Benevento-Sassuolo: le probabili formazioni

Dopo la sosta per le Nazionali che ha riservato all’Italia la ben nota eliminazione dai …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi