mercoledì , 28 giugno 2017
Home / Campionato / Qualità e concentrazione…finalmente insieme

Qualità e concentrazione…finalmente insieme

Le “grandi” del campionato non escono indenni dal Mapei Stadium. Grazie ad un secondo tempo maiuscolo il Sassuolo è riuscito a mantenere l’imbattibilità casalinga pareggiando con la ben più quotata Fiorentina, altra sorpresa del campionato.

Gli uomini di Di Francesco, dopo una prima mezz’ora di grande sofferenza nella quale hanno concesso più di un’opportunità agli avversari, che sarebbero anche potuti finire sullo 0-2, sono riusciti a riordinare le idee mantenendo la concentrazione fino al termine dell’incontro, cosa che in altre anche recentissime occasioni non era avvenuto.

Buone notizie, dunque, per una squadra che ha messo grande grinta in campo, rincorrendo ogni pallone fino all’ultimo secondo di recupero. Anche senza Berardi i neroverdi non hanno sfigurato, mettendo in campo un inedito tridente Defrel-Floccari-Sansone.

E qui, accanto al gran gol del numero 99, il secondo in campionato dopo quello di Palermo, si deve mettere sotto la lente uno dei pochi aspetti che ancora rappresentano una parziale incognita: la continuità di rendimento proprio di Defrel.

foto: sassuolocalcio.it
foto: sassuolocalcio.it

L’attaccante francese, schierato per la prima volta da esterno, suo ruolo d’elezione, avrebbe potuto fare qualcosa di più, soprattutto sul versante della ricerca delle occasioni da rete. L’abnegazione di Grégoire non è da mettere in discussione, né tantomeno lo è la sua volontà di mettersi al servizio della squadra. Vero è che il numero 92 neroverde ha avuto a che fare tutta la partita con Pasqual, non propriamente l’ultimo arrivato: ma riuscire a trovare, come si diceva, maggiore continuità di rendimento e magari qualche ulteriore rete potrebbe rivelarsi la chiave di volta per permettere al Sassuolo di restare nei piani alti della classifica e a Defrel per consolidare il suo ruolo in squadra.

Stesso discorso, per certi versi, quello riguardante Laribi, schierato quasi a sorpresa al posto di Duncan. Se il Sassuolo riuscisse a trovare una terza pedina della linea mediana in grado di avvicinarsi agli ottimi livelli di Missiroli e di capitan Magnanelli, la qualità della squadra avrebbe un’ulteriore impennata e davvero ogni obiettivo, o quasi, potrebbe essere alla portata. Già giovedì, contro il Cagliari in Coppa Italia, potrebbe vedersi qualche ulteriore esperimento in questa direzione. Restando a quanto visto nel monday match non si può che fare i complimenti ai ragazzi e al mister.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

seriea

Calendario Serie A 2017/2018: si comincia il 20 agosto, Coppa Italia “calda” per il Sassuolo

Domenica 20 agosto avrà inizio la Serie A 2017/2018: così ha deciso la Lega. Il …

CHIUDI
CLOSE

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi